Settecento milioni di euro raccolti in un solo giorno, in Francia, poco o nulla in Italia. Dopo l’incendio dell’aprile scorso a Notre Dame, la cattedrale simbolo di Parigi, i grandi manager del lusso e le multinazionali transalpine non si sono fatti attendere nel mostrare la loro concreta e tempestiva solidarietà, in 24 ore. Venezia sott’acqua non è invece riuscita, finora, ad allentare i cordoni della borsa delle grandi imprese nazionali. Ci sarà ben un motivo se i nostri cugini sono tanto orgogliosi della loro grandeur mentre noi siamo costretti ad annegare nelle risorse dello Stato…