Non entro nel merito della questione in quanto ammetto di non avere abbastanza elementi per giudicare ma se questi  sono così palesemente innocenti come molti affermano mi chiedo come mai tutte le autorità tentennano così? Non vi state sognando i soliti complotti che qualcuno (in Italia) ormai da anni sbandiera come motto per coprire ogni illecito? Host, ilgiorno.it

FIN DALL’INIZIO della trista vicenda, in molti si sono si sono adoperati a seminare frottole e irrigare il campo con la solita miscela di vittimismo nazionale, provincialismo arrogante e luoghi comuni. Da oltre tre anni la vicenda dell’Enrica Lexie, la petroliera italiana sulla quale i due militari del battaglione San Marco erano in servizio anti-pirateria, ha calcato insistentemente le pagine dei giornali italiani. La cronaca però ha omesso dettagli significativi sul regime di detenzione dei marò (tutt’altro che carcerario), si è persa per strada alcuni passaggi della diplomazia italiana in India e ha glissato su una serie di comportamenti “al limite della legalità” che hanno contraddistinto gli sforzi ufficiali per «riportare a casa i nostri marò». Ostaggi della burocrazia indiana, La Torre e Girone sono soprattutto vittime di una politica estera italiana grottesca. Ora a distanza di tre anni si tratta finalmente di accertare come quel giorno sono andati i fatti. Perché un problema di giustizia c’è e come! laura.fasano@ilgiorno.net