Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet Accedi al tuo account Clicca qui per accedere al tuo account WhatsApp Canale YouTube
Economia Sport Motori Tech Magazine Salute Itinerari

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Radicali liberi: sai cosa sono e come combatterli?

Se ne sente parlare in continuazione, ma cosa sono questi radicali liberi? E come si può combatterli? 

Ultimo aggiornamento il 24 novembre 2017 alle 13:13
Foto: Free-Photos/Pixabay CC0 Creative Commons
I radicali liberi sono i principali responsabili dell'invecchiamento delle cellule, quindi della nostra pelle e degli organi vitali. Ma che cosa sono in realtà? In parole povere, sono molecole prive di un elettrone, che per riequilibrarsi lo 'rubano' alla molecola vicino, innescando così un processo di ossidazione a catena. Le cause possono essere molteplici: tra queste, il fumo, l'alcool, lo stress, l’inquinamento e una dieta eccessivamente ricca di grassi e proteine animali. Questo invecchiamento precoce delle cellule può portare a un deterioramento dello strato superficiale dell'epidermide, ma anche a malattie tumorali e a numerose patologie croniche (disturbi cardiovascolari) e neurodegenerative (Alzheimer o Parkinson).

SÌ AGLI ANTIOSSIDANTI

La prima misura per combattere i radicali liberi è assumere regolarmente degli antiossidanti, che oltre alla capacità di contrastare in modo efficace lo stress ossidativo delle cellule, contribuiscono anche alla fluidificazione del sangue e a rinforzare il sistema immunitario. Dove trovarli? In natura, gli alimenti particolarmente ricchi di antiossidanti sono: melograno, mirtilli, tè verde, legumi, frutta secca, cereali (grano e germogli), latte di pecora o di capra. Inserirli regolarmente nella dieta, insieme a molta frutta e verdura cruda, equivale a riparare le cellule danneggiate e a mantenerle giovani. Evitate invece un consumo esagerato di proteine animali, alla base del processo di ossidazione cellulare.

SÌ AGLI INTEGRATORI
Qualora non riusciste a consumare ogni giorno frutta e verdura in abbondanza, principali fonti di vitamine e sali minerali, è consigliabile assumere a colazione un integratore multivitaminico a basso dosaggio, arricchito con selenio, coenzima Q10 e acido lipoico, per tenere sotto controllo la formazione dei radicali liberi.

FATE SPORT REGOLARMENTE
Fare dell'attività fisica quotidianamente, poca ma regolare, può aiutare gli enzimi nel lavoro di stabilizzazione dei radicali liberi, contrastando la loro proliferazione. Andare in palestra, a correre, ma anche fare una passeggiata al giorno è utile per mantenersi attivi, per ripristinare il corretto funzionamento del metabolismo e per riossigenare le cellule.

Leggi anche:
- Come dormire bene anche in inverno
- Rivoluzione la casa con il Feng Shui
- Cinque nuovi sport per dimagrire divertendosi

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.