Il cibo spazzatura, se consumato in abbondanza, può mettere a repentaglio non solo la linea ma anche lo stato fisico di chi lo mangia. A tal proposito, uno studio dell’università cinese del Sichuan ha mostrato un nuovo rischio per la salute umana derivante da un’alimentazione eccessivamente ricca di hamburger, patatine fritte e simili, ossia l’aumento della possibilità di contrarre malattie respiratorie come l’asma.

LO STUDIO
I ricercatori hanno revisionato sedici studi passati (il primo è stato condotto nel 1976, l’ultimo nel febbraio 2018) sul rapporto tra l’assunzione di cibo spazzatura e la salute dell’uomo. Una volta recuperati i rispettivi esiti, gli esperti hanno notato qualcosa di strano nei dati riguardanti le malattie respiratorie e hanno deciso, conseguentemente, di approfondire l’argomento. I risultati sono stati pubblicati sulla rivista Respirology.

TRE VOLTE A SETTIMANA
Il consumo di cibo del fast food (in particolar modo gli hamburger) per tre o più volte alla settimana è stato collegato a un aumento dell’asma e del respiro sibilante; i rischi di contrarre queste malattie respiratorie sono diminuiti nelle persone abituate a concedersi questo tipo di pasto una o due volte ogni sette giorni. Il junk food, inoltre, secondo i risultati potrebbe causare patologie allergiche come la rinocongiuntivite e l’eczema.

UN MOTIVO IN PIÙ PER NON ESAGERARE CON GLI HAMBURGER
Tale studio, va specificato, è preliminare e ha scoperto il cosa (la relazione tra malattie respiratorie e cibo spazzatura), ma non il come e il perché. Di questo, come sottolinea il dr. Gang Wang dell’Università del Sichuan, si occuperanno ulteriori ricerche che avranno inizio molto presto. L’obiettivo sarà innanzitutto confermare i risultati di partenza, per poi analizzare a fondo le ragioni scientifiche di tutto ciò. Nel frattempo, in ogni caso, avete un motivo in più per stare attenti a non esagerare con i fast food.