C'è una dose giusta di caffeina per rendere ai massimo - foto tenkende istock

Quante tazze di caffè puoi bere in un giorno? Ti aiuta a stare sveglio? Te lo dice un algoritmo messo a punto dall'esercito degli Stati Uniti, programmato per indicare la quantità giusta di caffeina per ottenere benefici più alti da questa sostanza e raggiungere il cosiddetto picco cognitivo, cioè la massima resa anche quando ti viene da dormire.


LA STRATEGIA PER DOSARE IL CAFFÈ
La premessa è che uno studio recente ha rilevato che l'85% degli adulti americani consuma caffeina ogni giorno, ma senza sapere l'effetto che fa. Così il DoD Biotechnology High Performance Computing Software Applications Institute e il Telemedicine and Advanced Technology Research Center presso l'US Army Medical Research e Materiel Command hanno condotto uno studio sul tema.
E sono arrivati a sviluppare un algoritmo che, a quanto pare, può mettere in atto una strategia di dosaggio della caffeina ideale per massimizzare la vigilanza quando si è in fase di mancanza di sonno.


IL PICCO COGNITIVO
Una volta impostati i propri parametri, il sistema americano può dare suggerimenti personalizzati sul dosaggio della caffeina basati sui dati relativi al sonno e su rapidi test a cui il soggetto deve sottoporsi prima di poter utilizzare l'applicazione.
"Abbiamo scoperto che utilizzando il nostro algoritmo, che determina quanta caffeina un soggetto dovrebbe consumare e quando, possiamo migliorare la vigilanza fino al 64%, consumando la stessa quantità totale di caffeina", spiega il leader dello studio Jacques Reifman. "In alternativa, un soggetto può ridurre il consumo di caffeina fino al 65% e ottenere comunque miglioramenti equivalenti nella vigilanza."

UNA APP PER SMARTPHONE
Il sistema di calcolo “fornisce indicazioni automatizzate e personalizzate per un dosaggio sicuro ed efficace della caffeina, per massimizzare la vigilanza nei momenti più necessari durante qualsiasi condizione di perdita di sonno", si spiega nel paper pubblicato su Journal of Sleep Research..
L'algoritmo si chiama 2B-Alert ed è in versione open source. L'esercito americano sta concedendo in licenza il software con l'idea di produrre un'app per smartphone per uso pubblico. Lo scopo dell'applicazione è quello di apprenderebbe le abitudini di un singolo utente, registrare i dati sul livello di fitness e aiutarlo a gestire la caffeina per ottenere il picco cognitivo.