I ghiaccioli Pops sono fatti con spumante e cocktail- Foto: wearepops.com
Sembra che ormai il Prosecco lo mettano dappertutto: Starbucks ci ha fatto i lecca-lecca, l'azienda inglese Pops i ghiaccioli. Sono simili al Calippo, ma invece della cola o dell'arancia contengono spumante. E non sono gli unici con alcol della linea, che comprende anche gusti che vanno dallo Champagne ai cocktail.

COME SONO NATI I GHIACCIOLI CON L'ALCOL
L'idea è venuta a due vecchi amici dai tempi della scuola, i londinesi Harry Clarke e James Rae, che nel panorama un po' noioso dei soliti ghiaccioli hanno visto un'occasione di business in cui infilarsi. Mossi dal concetto di infondere quella nostalgia di quando eravamo bambini in prodotti freschi (in tutti i sensi) e dal look alla moda, nel 2014 lanciano sul mercato i Pops allo Champagne, con mezzo bicchiere di vino francese in ogni ghiacciolo. In madrepatria riscuotono un buon successo spianando la strada a tutta una serie di nuovi ghiaccioli "per adulti".

LA GAMMA DEI I GHIACCIOLI COCKTAIL
Ed ecco che così, anno dopo anno, il catalogo Pops si è arricchito di altri gusti alcolici: il Bellini, con Prosecco e pesca; il Watermelon Martini, con vodka e anguria; il Frosé, con vino rosé e lamponi; il Moscow Mule, con vodka e ginger beer. Ultimo arrivato è il Pimm's, a base dell'omonimo liquore da cocktail popolarissimo in Inghilterra, mixato con gazzosa, cetriolo, fragole e menta.

DOVE COMPRARLI?
Non cercateli nel reparto surgelati o nel congelatore del bar in mezzo ai ghiaccioli con stecco nostrani, perché in Italia i Pops non sono in commercio. Ma ovviamente c'è Internet: si possono ordinare online al costo di 5,99 sterline per la confezione da tre (6,99 per quelli con lo Champagne). Basta metterli in freezer e attendere che si solidifichino, per poi gustarsi un Bellini ghiacciato.


Leggi anche:
- Che cos'è la bibita di Justin Timberlake al sapore di braspberry
- Come si beve lo Champagne: 5 consigli per gustarlo al meglio
- Il vino in fusto da spillare, pronto per la festa