Studiare per raffinare l'istruzione e avere un lavoro di alto profilo che offra la possibilità di una vita agiata ha delle controindicazioni pratiche: la miopia quasi assicurata. Lo rivela una ricerca condotta dalle università di Bristol e Cardiff, in Inghilterra, dove si è cercato di capire se l'educazione possa essere una causa diretta di sviluppo di miopia. E la risposta è sì.


MIOPIA, PROBLEMA GLOBALE
La miopia è una delle principali cause di disabilità visive in tutto il mondo. Secondo gli studi il 30-50% degli adulti negli Stati Uniti e in Europa è miope, con punte di 80-90% in Asia Orientale. E si tratta di un problema in crescita: si stima che il numero di persone affette da miopia in tutto il mondo dovrebbe aumentare da 1,4 miliardi a 5 miliardi (circa la metà della popolazione mondiale) entro il 2050.




QUALE LA CAUSA?
Già altri studi hanno cercato collegamenti fra educazione e miopia, ma non si è ancora davvero capito se più educazione significhi più miopia e se l'approccio sia l'opposto, ovvero se siano i bambini miopi a essere i più studiosi.
Così i ricercatori inglesi hanno provato a capire se l'istruzione possa essere una vera causa diretta di rischio per la miopia, o se sia la miopia a il fattore che porta a dedicarsi a una lunga istruzione.
Gli accademici hanno studiato poco meno di 70 mila uomini e donne di età fra i 40 e i 69 anni usando i dati di Biobank e hanno poi analizzato 44 varianti genetiche associate alla miopia e 69 varianti genetiche associate agli anni di scolarizzazione.


LAUREA E OCCHIALI

I risultati emersi dallo studio, pubblicato sul British Medical Journal, raccontano che un anno supplementare di educazione è associato a 0,27 diottrie, cioè il difetto di vista che porta alla miopia. Da quel che si legge, una persona che abbia conseguito la laurea dopo 17 anni di istruzione sarebbe mediamente più miope di almeno una diottria rispetto a chi lascia la scuola a 16 anni, concludendo gli studi dopo 12 anni di istruzione.


COME CONTRASTARE IL FENOMENO?
Secondo gli autori, questo studio fornisce prove evidenti che più tempo passi a studiare più rischi di diventare miope.
Tuttavia dall'analisi inglese risulta anche che le persone più istruite avevano uno stile di vita più sano e meno problemi di salute rispetto alla media generale.
Si tratta di un fenomeno da approfondire: gli alti livelli miopia in Asia sarebbero dovuti proprio alla mancanza di istruzione e alla tendenza a tenere i bambini in ambienti chiusi, facendoli giocare poco all'aperto (un toccasana per la protezione della vista).
Questi risultati dovrebbero, secondo gli studiosi, portare a nuove politiche per migliorare le pratiche educative.