Foto: djedzura/iStock
Foto: djedzura/iStock
Ah, la lotta contro i peli superflui: vera croce di tutte le donne. Ma se il rasoio è un fedele compagno, per comodità e immediatezza, può anche causare irritazioni, peli incarniti, tagli. Colpa degli errori che spesso ci capita di commettere quando scegliamo di depilarci velocemente prima di correre in spiaggia o di indossare il bikini che abbiamo appena acquistato. Ecco quali sono gli sbagli più comuni: li commetti anche tu?

DEPILARSI CON LA PELLE ASCIUTTA
Servirsi del rasoio sarà anche la modalità più rapida per eliminare i peli, ma dobbiamo prenderci cura della pelle prima di iniziare e non lavorare "a secco". Puliamo la pelle con acqua calda (che apre i pori) e un sapone neutro che ammorbidisca l’epidermide e di conseguenza il pelo: eviteremo così le irritazioni.

LA SCELTA DEL RASOIO
Usare quello del proprio compagno, solo perché lo si ha in casa, non è una buona idea. La barba presenta peli differenti e di conseguenza ha necessità di un rasoio dalle lame più spesse. Per gambe, ascelle o inguine femminili scegliamo un rasoio apposito, la cui testina sarà in grado di muoversi sulla pelle con delicatezza e decisione, accompagnando le curve tipiche delle donne.

NON CAMBIARE RASOIO
Succede a tutte noi: una volta utilizzato, magari nella doccia, si sciacqua il rasoio e si lascia tra shampoo e bagnoschiuma. Errore: in questo modo sarà sempre soggetto all’acqua e rischierà di arrugginirsi e rovinarsi, provocando alla successiva depilazione graffi e peli incarniti.

IDRATARE POST DEPILAZIONE
Subito dopo la rasatura, la pelle può essere irritata: è importante applicare una crema nutriente o un olio idratante, come quello di mandorle dolci o di albicocca. Si eviteranno peli incarniti e rossore, dati dallo sfregamento della pelle con i vestiti.

Leggi anche
- Farsi la doccia è un toccasana per la salute mentale
- Addio al nubilato: ecco le mete adatte a ogni sposa
- Avena: alleata per la bellezza dei capelli