L’idea di iniziare il tour de force di pranzi natalizi e incontri con parenti che non vedi da mesi ti mette ansia? Non sei la sola, né il solo. Se a molte persone il Natale e la sua atmosfera donano gioia e positività, ad altrettante creano agitazione e malinconia. Come migliorare la situazione? Pensando un po’ di più a se stessi.

Buone Feste! Come scrivere la letterina a Babbo Natale

Solstizio d'inverno 2017, quando è. I rituali più curiosi

NON TUTTO ALL’ULTIMO
Una delle cose che più innervosiscono i non amanti del Natale è il tipico caos dei giorni precedenti: i regali da acquistare, le ultime faccende da sbrigare, sembra sempre di essere in ritardo su tutto. Quest’anno proviamo a prenderla con più calma e a pensare che anche se non riusciremo a fare tutto non importa. Facciamo ciò che possiamo e riusciamo, e impariamo a essere un po' indulgenti con noi stessi.

ELIMINARE I CONFRONTI
Gli amici sono più felici a Natale, le loro famiglie sono migliori, le loro case sono più addobbate, i regali che scelgono sono più belli. Gli stereotipi sul Natale sono tantissimi, basti pensare alle pubblicità televisive che ci mostrano meravigliose città innevate e bimbi felici che guardano, dalla finestra di una casa piena di lucine, la neve scendere lieve. Ognuno ha il suo Natale: evitiamo i confronti e scegliamo di festeggiare come preferiamo, senza temere giudizi.

LIMITARE I REGALI
Lo stress da acquisto dell’ultimo minuto è sempre dietro l’angolo: le persone a cui acquistare un regalo sono tante, ma se quest’anno i doni li facessimo solo ai più piccoli e alle famiglia più stretta? Organizzati con i tuoi amici per evitare gli sprechi e piuttosto opta per doni fatti con il cuore, a mano, in casa.

EVITARE LE GIORNATE A SPADELLARE
Uno dei problemi del Natale è la preparazione dei lunghi pranzi. Non tutti vivono i momenti in cucina come rilassanti o piacevoli. Proviamo a cambiare strategia: quest’anno proponiamo che ognuno porti qualcosa e piuttosto, per stare insieme, scegliamo semplicemente una merenda con una fetta di panettone anziché rimanere ore e ore intrappolati fra i fornelli.

UN MOMENTO PER RITROVARSI
Anche se non siamo credenti, il Natale può essere un momento per pensare e riconciliarti con la vita, allontanarti dalle cose futili e ragionare su ciò che è più importante. Per farlo regaliamoci qualche ora da soli, magari ascoltando musica classica o facendo un giro in chiesa, a prescindere dall'essere o meno religiosi: il silenzio e la quiete concilieranno i pensieri.

Leggi anche:
- Come realizzare una ghirlanda di Natale
- Bagni caldi di bellezza
- Come combattere il cattivo umore da brutto tempo