Colesterolo e prevenzione, foto di repertorio dal sito lopiglik.it
Colesterolo e prevenzione, foto di repertorio dal sito lopiglik.it

Roma, 29 marzo 2017 - Le hanno soprannominate le 5 A della prevenzione, piccoli cambiamenti nello stile di vita capaci di fare grandi cose: A come attenzione ai livelli elevati di colesterolo. A come alimenti amici e combinazioni intelligenti. A come alleggerire i condimenti con cotture semplici. A come attività fisica costante e personalizzata. A come associare un integratore alimentare con nutrienti che aiutano il cuore, favorendo il controllo del colesterolo e del metabolismo.

Sono i punti cardine di LopiLife, campagna educazionale di Essex Italia basata sulle linee guida della Società Europea dell’Aterosclerosi e della Società Europea di Cardiologia, dedicata alle persone con livelli di colesterolo al limite, dette borderline, che non necessitano di trattamento con farmaci, ma che devono ugualmente proteggere le arterie, e le coronarie in particolare.

Nei prossimi mesi LopiLife promuoverà talk show con i medici, incontri in farmacia per il pubblico, eventi gastronomici, e aprirà una sezione dedicata sul sito lopiglik.it, avvalendosi di un team di esperti.

«Le malattie croniche come quelle cardiovascolari insorgono lentamente e possono passare diversi anni prima di manifestarsi: a quel punto la medicina interviene su quella che ormai è una malattia», afferma Marco Brancaleoni, medico di medicina generale, specialista in cardiologia «Dobbiamo agire fin dai primi segnali di alterazione dei parametri. Portare i livelli di colesterolo totale nel sangue almeno a 200 mg/dl e quelli di LDL sotto i 110-100 mg/dl è importantissimo, perché è un fattore di protezione nel tempo». Ma insieme all’assunzione quotidiana di un integratore quali altre sono le prescrizioni di LopiLife? Una regola sostenibile è l’introduzione nella dieta di alimenti amici che consentano di mantenere stabili gli ormoni, principalmente l’insulina prodotta dal pancreas; inoltre, è importante l’attenzione alle combinazioni intelligenti tra gli alimenti, valutando il loro effetto sui diversi organi.

«Per stare bene e guadagnare salute più a lungo possibile affrontando una sana longevità, dobbiamo imparare a riprogrammare gli ormoni a tavola: ridurre l’insulino-resistenza, combinare gli alimenti in modo funzionale. È sbagliato sia mangiare troppi zuccheri, sia troppe proteine», afferma Sara Farnetti, specialista in medicina interna e malattie del metabolismo. La cosa giusta da fare per mantenere bassa l’insulina a ogni pasto attraverso la scelta degli alimenti amici, aggiungiamo noi, consiste nel fare scelte e comporre i menu seguendo le indicazioni degli specialisti.

Vapore, pentola a pressione, cottura a basse temperature: il segreto della cucina amica del cuore è anche la tecnica di preparazione delle pietanze, e che nella campagna si avvale delle ricette d’autore dello chef stellato Luciano Monosilio. «La cucina stellata è frutto di una ricerca di ingredienti, di alchimie che legano i cibi e di cotture che rispettano le materie prime», afferma lo chef. «Il segreto è utilizzare ingredienti freschi e di qualità, e cucinarli in modo da mantenere il valore nutritivo diminuendo l’utilizzo di grassi animali e oli vegetali saturi in favore di erbe e spezie. Un aiuto a una sana alimentazione può venire anche dai metodi di cottura a bassa temperatura, a vapore o con la pentola a pressione».

«Quando parliamo di valori di colesterolo borderline, per convenzione diciamo che siamo ancora nella norma, ma nella realtà dei fatti non possiamo stare tranquilli e dobbiamo intervenire, non con farmaci ma con altre strategie: cambiare alimentazione, dedicarsi a una regolare attività fisica quotidiana e assumere un integratore alimentare», afferma Claudio Ferri direttore divisione di Medicina interna e nefrologia, Ospedale San Salvatore, L’Aquila. A queste caratteristiche risponde il nuovo integratore alimentare LopiGLIK, che riunisce in un’unica formulazione tre principi attivi naturali con efficacia scientificamente provata (riso rosso fermentato, berberina ed estratto di Morus alba), agendo favorevolmente e in modo simultaneo sui livelli di colesterolo e sul metabolismo degli zuccheri, a integrazione di una dieta appropriata e di un sano stile di vita.

«Siamo orgogliosi di presentare una campagna innovativa come LopiLife - Nutriamo la salute del cuore», ha affermato Nicoletta Luppi, presidente e amministratore delegato di MSD Italia. «Il progetto parte da un concetto chiave a noi molto caro come quello della prevenzione, garantisce una risposta appropriata a chi, pur non avendo bisogno di un supporto farmacologico, deve comunque iniziare a tenere sotto controllo il colesterolo e può trovare in uno stile di vita sano e in LopiGLIK la soluzione».

Ogni compressa di LopiGLIK contiene 1. La berberina, sostanza naturale, estratta dalla corteccia di Berberis aristata, arbusto spinoso originario dell’Himalaya e del Nepal, contribuisce alla normale regolarità cardiovascolare. 2. Riso rosso fermentato, antico componente dietetico cinese prodotto dalla fermentazione del riso per opera del Monascus purpureus, che produce un pigmento rosso e sostanze che modificano i grassi del sangue, identificate chimicamente come monacoline, tra cui la monacolina K, che hanno un ruolo nella gestione dei livelli di colesterolo. 3. Morus alba, gelso bianco originario della Cina settentrionale e della Corea – Favorisce il metabolismo degli zuccheri.

L’efficacia di LopiGLIK è stata valutata in uno studio scientifico (Trimarco V. et al. 2015). Rispetto al prodotto nutraceutico per il controllo del colesterolo leader di mercato si è osservato nei 23 soggetti trattati una superiore riduzione del colesterolo totale e LDL (target LDL raggiunto nel 56,5% dei pazienti contro il 21,7%) e presenta un’efficacia sovrapponibile per i trigliceridi e aumento del colesterolo buono HDL. Leggere sempre attentamente le avvertenze e le modalità d'uso di LopiGLIK e chiedere consiglio al medico.