Altro che mondiali di calcio o strette di mano fra Donald Trump e Kim Jong-un: negli Stati Uniti una delle notizie più cliccate delle ultime ore riguarda un procione che ha scalato un grattacielo. Sono state necessarie decine di ore per recuperarlo in sicurezza, l'animale è diventato onnipresente sui social network e sono state persino promesse somme di denaro a chi fosse riuscito ad aiutarlo (perché si temeva cadesse al suolo, stremato dall'impresa).

IL PROCIONE SCALATORE
L'avventura è iniziata lunedì 11 giugno, nella città di Saint Paul, in Minnesota. Secondo i reporter di MPR News, è probabile che il procione fosse in cerca di un nido di piccioni, per rubare uova. Per motivi non ancora chiariti, a un certo punto ha compiuto un salto che l'ha portato fuori strada, lasciando come unica alternativa quella di risalire i venticinque piani dell'UBS Plaza, grattacielo adibito a uffici per il terziario. Le finestre del palazzo non possono essere aperte e di conseguenza gli impiegati non hanno potuto togliere d'impiccio l'animaletto, né rifornirlo di cibo e acqua.

UNA NAZIONE CHE TIFA PER IL PROCIONE
In men che non si dica la notizia ha fatto il giro degli Stati Uniti e l'hashtag #mprraccoon è diventato virale (è formato da mpr, sigla della testata giornalistica MPR News e dalla parola raccoon, che in inglese significa procione). Decine di impiegati dell'UBS Plaza hanno avvistato lo scalatore, l'hanno fotografato o ripreso per postarlo sui social e hanno fatto il tifo per lui. Particolarmente cliccate sono state le foto che lo ritraggono appallottolato sul piccolo davanzale di una finestra chiusa, a decine di metri d'altezza, mentre si riposa.
 


L'INTERVENTO DEGLI ESPERTI
Vigili del fuoco ed esperti nel salvataggio di animali hanno valutato la situazione e concluso che sarebbe stato troppo rischioso tentare di mandare un essere umano a recuperare il procione dall'esterno del palazzo. L'unica soluzione era piazzare del cibo particolarmente profumato sul tetto dell'UBS Plaza in modo che l'odore spingesse l'animale a salire fin lassù, dove gabbie appositamente progettate l'avrebbero messo nella condizione di essere soccorso e trasportato al sicuro.

SOLDI PER CHI LO SALVA
Circa venti ore dopo l'inizio della scalata, il regista e sceneggiatore James Gunn, autore del film di supereroi 'Guardiani della Galassia' (che ha un procione fra i protagonisti), ha utilizzato il proprio account Twitter per promettere mille dollari in beneficenza se qualcuno fosse riuscito a salvarlo.

 

 


IL LIETO FINE
A cavallo fra il 12 e il 13 giugno, circa trenta minuti dopo la mezzanotte e dopo decine di ore di scalata, il procione ha finalmente raggiunto con le proprie forze il tetto del palazzo.

 

 

 

 

 


Leggi anche:
- Game of Thrones: abbiamo (quasi) la prima serie TV spin-off
- Dumbo, il film: ecco la nuova versione di Tim Burton
- Box office record, Avengers: Infinity War supera i 2 miliardi