Siamo abituati a vederli volteggiare in alto mare, saltare tra le onde senza fermarsi mai, scortare le navi pronti ad afferrare al volo qualsiasi generoso regalo. Associare l’idea di felicità ai delfini è quindi molto semplice se li pensiamo liberi di nuotare e divertirsi in mare aperto. Ma cosa dire, invece, di quelli che vivono in cattività nei parchi acquatici? Sono ugualmente felici? Gli scienziati di un delfinario nei pressi di Parigi hanno provato a rispondere a questa domanda, scoprendo cose interessanti.

DELFINI ED ESSERI UMANI, UN LEGAME INDISSOLUBILE
Lo studio pubblicato sulla rivista Applied Animal Behavior Science suggerisce che il legame tra i delfini che vivono in cattività e gli esseri umani è molto forte. Il lavoro si è basato sull'osservazione del comportamento dei mammiferi acquatici in diversi contesti, al fine di misurarne il grado di benessere. Nello specifico sono stati utilizzati tre diversi espedienti. Il primo ha visto un istruttore giocare a contatto con i delfini. Nel secondo caso sono stati aggiunti alla piscina piccoli attrezzi e giocattoli, mentre nel terzo gruppo di controllo i delfini sono stati lasciati soli e senza ulteriori stimoli.

Gli esperimenti hanno messo in luce che tutti i delfini erano impazienti di interagire con un essere umano e che, al contrario, erano molto meno interessati ai giochi lasciati nella vasca. Inoltre, i delfini scrutavano in continuazione il bordo della vasca per cercare un contatto visivo con l'istruttore. Un comportamento analogo, sottolineano gli scienziati, è stato osservato in specie cresciute negli zoo e negli animali da fattoria. Il che rafforza l'idea che il legame con l'uomo sia sinonimo di maggiore benessere.

IL DIBATTITO È SEMPRE VIVO
Il dibattito se sia giusto o sbagliato costringere i delfini, e gli animali in generale, in cattività è da sempre molto controverso. Lo studio francese dimostrerebbe che la loro felicità non sia intaccata dalla vita in piscina anche perché, essendo nati lì, non hanno idea di cosa significhi abitare in mare aperto.

Tuttavia, l'analisi non trova consenso unanime. Alcuni esperti sottolineano ad esempio che è impossibile stabilire con sicurezza se un delfino in cattività sia effettivamente più felice di quanto lo sarebbe stando in mare aperto. Il nocciolo della questione è che gli animali sembrano agire con empatia nei confronti degli esseri umani, ma non c’è controprova che sceglierebbero quello stile di vita se fossero liberi di decidere.