Bassolino con le mucche da Twitter
Bassolino con le mucche da Twitter

Roma, 21 maggio 2017 - Se Silvio Berlusconi si dice pronto a lanciare un partito animalista, Antonio Bassolino lo sfida, almeno per ora con una fotografia su twitter. Sul social network l'ex presidente della regione Campania, sindaco di Napoli e ministro, oggi presidente della fondazione Sudd, posa sorridente accanto ad alcune mucche al pascolo. "Silvio, che dici?", è il commento sorridente di Bassolino. Ma Bassolino non è il solo politico ad affrontare la presenza dell'ex cavaliere alla nascita del Movimento animalista. Anche i Verdi si rivolgono a Berlusconi.

«Oggi i Verdi lanciano una proposta di legge di iniziativa popolare per abolire l'attività venatoria, come massima espressione della tutela degli animali.» Scrivono in una nota il coordinatore nazionale dei Verdi Angelo Bonelli e il responsabile Diritti e Tutela degli Animali Rinaldo Sidoli. «Siamo ben consapevoli che le scelte di Berlusconi quando ha governato sono state distruttive per l'ambiente. Perché hanno attaccato la biodiversità e consentito le deroghe alla caccia per l'attività venatoria su specie protette; ma noi crediamo che sia giusto consentirgli un ravvedimento operoso. Per questo gli chiederemo di essere uno dei primi firmatari della nostra proposta di legge per abolire la caccia», proseguono Bonelli e Sidoli, che quindi aggiungono: «Ovviamente chiederemo a tutte le associazioni ambientaliste di partecipare al comitato promotore e stabiliremo insieme a loro la data per presentare la proposta in Cassazione e partire con la raccolta di firme».

Immancabile anche il leader della Lega Matteo Salvini che cerca di giocare su più fronti:  "Mio figlio ieri è andato in un canile e ha adottato un bastardino. Sono contento per lui. Ma io non ho fondato un partito, per questo. Ognuno ha le sue prioritò", ha detto Salvini, in un passaggio del suo discorso al congresso federale della Lega. Il leader del Carroccio ha poi aggiunto: "chi maltratta un animale dovrebbe essere messo in galera e buttata via la chiave. Però ognuno ha le sue priorità e siccome ci sono sei milioni di 'animali' che camminano su due piedi che non arrivano a fine mese e ci sono giovani senza famiglia e senza futuro, come dico a livello generale quando dico 'prima dico gli italiani', mi permetto di ribadire che prima vengono gli esseri umani. E poi, se dovremo trattare con un partito animalista che prende il 20 per cento dei voti, chiederemo come la pensa su euro e banche e ci faremo carico anche di questa necessità", ha concluso Salvini. 
Per contatti con la nostra redazione: animali@quotidiano.net