Volontario Enpa in azione
Volontario Enpa in azione

Roma, 25 aprile 2018 – Si è chiusa con un pieno successo la seconda missione di Enpa in Macedonia, che segue di pochi mesi l’avvio di una collaborazione ufficiale tra le autorità del Paese balcanico e l’associazione, sul tema della prevenzione e del contrasto al randagismo. Nella capitale del Paese balcanico, la Protezione Animali ha incontrato i rappresentanti delle municipalità di Skopje e i volontari dell’associazione animalista “Anima Mundi”. Rispetto al primo meeting, avvenuto ad inizio settembre, alcune cose sono già cambiate in positivo. E’ stata finalmente creata l’anagrafe canina e sono partite le prime sterilizzazioni. Il lavoro da fare è ancora molto ma si tratta comunque di un buon punto di partenza.

Ora il focus di Enpa, senza dimenticare i randagi, si concentra sui cani cosiddetti padronali. Vale a dire sui quei cani di proprietà, che, non sterilizzati e non microchippati, contribuiscono in modo considerevole all’incremento delle nascite, alimentando quindi la piaga del randagismo.  

«Purtroppo, la Macedonia deve fare i conti con due ordini di problemi. Anzitutto con una disciplina normativa piuttosto ambigua per quanto riguarda le sterilizzazioni ma, anche, con il malcostume dei proprietari, riluttanti ad intervenire sui loro animali».
Il nuovo progetto proposto dall’Ente Nazionale Protezione Animali per Skopje – 100 i cani da sterilizzare e due le municipalità interessate: Centar e Aerodrom - segue lo schema dell’iniziativa “meticci di famiglia” già realizzata con successo in alcuni territori del Sud Italia. Tale iniziativa prevede che ai costi delle sterilizzazioni, sostenuti in misura preponderante da Enpa, partecipino anche i proprietari dei cani e le le istituzioni. Un modello, questo, che, dove applicato ha dato ottimi risultati perché ha permesso di coinvolgere attivamente e di responsabilizzare le une e gli altri. Oltre alle sterilizzazioni, il nuovo progetto proposto da Enpa per Skopje comprende anche sverminazioni, antirabbica, microchippatura e iscrizione in anagrafe.

Insomma, un intervento ad ampio raggio che dovrebbe consentire di contrastare il randagismo e di migliorare sensibilmente le condizioni di vita dei randagi della capitale. Nel corso della missione, Enpa ha consegnato farmaci veterinari di prima necessità ai volontari di Anima Mundi; si tratta di un premio conferito loro per l'impegno impegno nella tutela e nella protezione degli animali. Così si conclude la nota della Protezione animali.