Cavallo in una foto di repertorio (L.Gallitto)
Cavallo in una foto di repertorio (L.Gallitto)

Firenze, 9 novembre 2017 - IHP chiede spiegazioni, il sindaco di Calenzano risponde, IHP ribatte ancora. E' polemica per la vicenda della cavalla trovata ferita e vagante e curata dall'associazione Italian Horse Protection.

"Dopo le nostre varie lettere e telefonate, in cui spiegavamo che il verbale del veterinario ASL intervenuto il 12 ottobre fu redatto il giorno successivo - scrive IHP nella nuova nota - sarebbe bastato che gli uffici comunali contattassero l’Asl. Ma evidentemente i due enti hanno problemi di incomunicabilità. E’dovere del primo cittadino, in questi casi, farsi carico del problema ed attivare gli uffici competenti per sanare la situazione", insiste IHP.

"Bolliamo come falsa la dichiarazione secondo cui l’associazione non ha diritto di tenere l’animale - scrive Italian Horse Protection - visto che il primo affido nel momento del recupero fu fatto dalla Asl, nonché come deplorevole, dal momento che il motivo per cui stiamo gestendo la cavalla è solo quello di curarla. E precisiamo che IHP non ha mai fatto richiesta di affidamento per un qualche interesse a prendere la cavalla, ma ha solo chiesto al Sindaco di regolarizzare un animale ritrovato non identificato e che attualmente è in cura. L’affidamento provvisorio è un passaggio obbligato previsto dalla normativa vigente, che il primo cittadino dovrebbe conoscere", conclude la nota dell'associazione.