Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet Accedi al tuo account Clicca qui per accedere al tuo account WhatsApp Canale YouTube
Economia Sport Motori Tech Magazine Moda Salute Itinerari

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Anche le balene vanno in menopausa

La menopausa è un fenomeno raro che riguarda gli esseri umani e un numero esclusivo di altre specie, tra cui il narvalo e il beluga  

Ultimo aggiornamento il 28 agosto 2018 alle 16:11
Un esemplare di beluga (Foto: W6/iStock)

La menopausa scandisce in modo naturale la fine dell'età fertile delle donne, ma non è un evento altrettanto comune in natura. È quindi scientificamente rilevante, oltre che curioso, scoprire che due nuove specie si aggiungono alla ristrettissima lista di animali soggetti a tale fenomeno. Come si legge nell'articolo apparso su Scientific Reports, si tratta di due cetacei, il narvalo e il beluga, che portano in tutto a cinque il numero di membri del club, di cui facevano già parte le orche, i globicefali di Gray e appunto gli esseri umani.

UN EVENTO MOLTO RARO
Come spiega Samuel Ellis, etologo presso la University of Exeter, in Gran Bretagna, nel regno animale la sopravvivenza e la riproduzione sono i principali obiettivi dell'esistenza ed è quindi "molto strano non continuare a riprodursi". Alla luce di questa osservazione, la menopausa si configura perciò come una rarità, che necessita prima di tutto di un requisito evolutivo: una vita molto lunga.

IN CERCA DI INDIZI TRA LE BALENE
Ellis e colleghi sono andati a caccia di questo singolare tratto biologico analizzando i dati anatomici di 16 specie di balene. Senza entrare troppo nei dettagli, i ricercatori si sono focalizzati sui tassi riproduttivi dei cetacei scoprendo che, mentre specie come i capodogli rimangono ad esempio fertili per tutta la vita, le femmine dei narvali e dei beluga cessano di ovulare molto prima di arrivare al termine del loro ciclo vitale, che dura in media 60-70 anni.

L'IPOTESI DELLA NONNA
Negli esseri umani, le donne entrano in menopausa tra i 45 ei 55 anni, vivendo poi per diversi decenni senza avere più la possibilità di fare figli. L'eccezionalità di questo fenomeno è stata spiegata da alcuni biologi evoluzionisti attraverso la cosiddetta "ipotesi della nonna", secondo cui il vantaggio di una vita che si protrae ben oltre la capacità di riprodursi risiederebbe nell'opportunità di accudire i nipoti.

E LE SCIMMIE?
A differenza di quello che si potrebbe immaginare, la menopausa non è un fatto ordinario nemmeno tra le scimmie, nostri parenti più stretti. Una ricerca del 2012, a firma di James Herndon, esperto di primati della Emory University, evidenzia che alcune femmine di scimpanzé in cattività possono sperimentare la menopausa negli ultimi anni della loro vita, sottolineando però che non si tratta di una regola certificata anche allo stato brado.

Leggi anche:
- Il primo ibrido di delfino balena nuota con mamma e papà
- Le balene dell'Artico cantano a ritmo di jazz
- I delfini che giocano in cattività sono felici?

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.