YULIN, CHINA, JUNE 17 2015: (EDITORIAL USE ONLY. CHINA OUT) A MAN IS BUYING DOG MEAT AT DONGKOU MARKET. HE SAYS HE EATS DOG MEAT NO MATTER HOW HARD THE ANIMAL RIGHTS ACTIVISTS PROTEST. THE CONTROVERSIAL ANNUAL DOG MEAT-EATING FESTIVAL WILL BE HELD ON THE SUMMER SOLSTICE (JUNE 21) IN YULIN, GUANGXI ZHUANG AUTONOMOUS REGION, WHEN A MASS OF DOGS ARE LIKELY TO BE SLAUGHTERED AND SERVED AS HOTPOTS WITH LITCHIS AND STRONG LIQUOR.
YULIN, CHINA, JUNE 17 2015: (EDITORIAL USE ONLY. CHINA OUT) A MAN IS BUYING DOG MEAT AT DONGKOU MARKET. HE SAYS HE EATS DOG MEAT NO MATTER HOW HARD THE ANIMAL RIGHTS ACTIVISTS PROTEST. THE CONTROVERSIAL ANNUAL DOG MEAT-EATING FESTIVAL WILL BE HELD ON THE SUMMER SOLSTICE (JUNE 21) IN YULIN, GUANGXI ZHUANG AUTONOMOUS REGION, WHEN A MASS OF DOGS ARE LIKELY TO BE SLAUGHTERED AND SERVED AS HOTPOTS WITH LITCHIS AND STRONG LIQUOR.

Roma, 18 giugno 2015 - Una rappresentazione con guanti insanguinati. E' stata questa l'iniziativa organizzata questa mattina a Roma da 200 attivisti delle associazioni 'Animalisti italiani onlus' e "Irriducibili Liberazione Animale" che hanno protestato, davanti alla sede dell'ambasciata cinese, contro il Festival in programma a Yulin il 21 giugno di ogni anno, durante il quale vengono macellati circa 10 mila cani e gatti.  

"Siamo qui in tantissimi nonostante oggi sia un giorno lavorativo per gridare il nostro sdegno e fermare la mattanza che partirà il prossimo 21 giugno, lo facciamo nel segno della nonviolenza gandhiana, quella per cui non ci si volta dall'altro lato di fronte alla tortura degli indifesi ma ci si batte in loro protezione", ha detto il presidente degli Animalisti Italiani Walter Caporale.  "Purtroppo l'Ambasciatore cinese ha deciso di ignorare le nostre proteste e ci ha negato persino la possibilità di un incontro e rispondendo che questa orrenda strage è un loro affare interno che non ci riguarda" ha aggiunto Caporale. 
Per contatti con la nostra redazione: animali@quotidiano.net