I cani di Campobasso sommersi dalla neve
I cani di Campobasso sommersi dalla neve

Roma, 21 gennaio 2017 - Il portavoce parlamentare del Movimento cinque stelle Paolo Bernini insieme al Consigliere Comunale M5S Simone Cretella si è recato in visita presso il canile Santo Stefano, Campobasso, verificando l'assenza dei minimi criteri gestionali. "Lo stesso veterinario della locale azienda sanitaria, convocato dai Carabinieri della locale stazione, autodenuncia la stessa riferendo che non vi siano aree contumaciali regolarmente autorizzate, l'assenza della certificazione di agibilità della struttura e una gestione con evidenti lacune rispetto al contratto con il Comune.” Asseriscono i due, che insieme alle associazioni animaliste (Oipa, Leeida e Accademia Kronos) presenti al controllo, denunciano inoltre le gravi carenze strutturali che comprometterebbero il benessere psicofisico dei cani che non escono nell'area di sgambamento da ben 15 giorni a causa dei disagi creati dall'emergenza neve e la sicurezza dei lavoratori.
 

"Si tratta dell'ennesima struttura in cui la gestione è affidata a una ditta privata che in 3 anni percepirà circa 750.000 € - dichiara il portavoce parlamentare del M5S alla Camera Paolo Bernini -  oltre a presentare un regolare esposto, esorto i Sindaci dei comuni convenzionati con suddetta struttura ad occuparsi dei cani di loro proprietà e sotto la loro tutela. È impensabile che nel 2017 si pensi ancora ai canili come strutture di detenzione, posti in zone inaccessibili e come in questo caso a rischio frana, è auspicabile un ripensamento generale del canile. Chiederò che siano identificati tutti i responsabili delle condizioni verificate che non sono accettabili per un Paese civile e insieme alle associazioni informerò la Procura per i diversi rilievi" conclude il parlamentare.
Per contatti con la nostra redazione: animali@quotidiano.net