{{IMG_SX}}Bologna, 20 giugno 2008 - RAGAZZI, attenti. Nel già disastrato panorama delle relazioni a due si inseriscono anche gli psicologi evoluzionisti dell’Università del New Mexico che incrociando i dati caratteriali di qualche centinaio di studenti e i loro rapporti con l’altro sesso sono arrivati alla conclusione che alle donne piace più il genere mascalzone che non il genere bamboccione, una propensione che funziona sempre, anche le nostre nonne ammiccavano in questo senso.

 

Meglio un tipo alla James Bond, volitivo, un po’ carognone, contorto e ombroso piuttosto che un buon figliolo che vi cede sorridendo il posto sul tram, a conferma di un grande luogo comune della letteratura e del cinema. Ma i bravi ragazzi stiano tranquilli: dopo un po’ anche i duri si trasformano in uomini come tutti gli altri, a volte anche particolarmente noiosi e petulanti visto che, memori dei passati fasti, tendono a considerarsi chissà chi. Così si finisce in pareggio, quasi sempre.