APPRENDIAMO dai senatori Pd Pietro Ichino e Paolo Nerozzi che al Dipartimento della Funzione pubblica una settantina di dipendenti è di troppo. Lo si deduce dalla caustica interrogazione presentata dai due parlamentari al ministro Brunetta. Interrogazione che calcola in 107 impiegati su 256 gli addetti al funzionamento interno del Dipartimento.

 

Una schiera che contrasta, sempre a detta dei senatori Pd, con i dettami della legge Finanziaria 2007. Legge che impone un tetto del 15% al personale addetto all’organizzazione interna. Mentre ora la quota è al 40%.

 

I parlamentari dell’opposizione pongono il problema proprio mentre Brunetta tuona contro i fannulloni: il ministro dovrà fare i conti con i suoi diretti dipendenti. Il contribuente ringrazia per l’informazione. E si chiede: che destino avranno i settanta di troppo?

 

Ma soprattutto: perché in un anno e mezzo dal varo della Finanziaria 2007 l’ex ministro della Funzione pubblica Luigi Nicolais non ha applicato l’utile norma votata dalla sua maggioranza?