{{IMG_SX}}Payerne (Svizzera), 28 aprile 2008 - È stato un lancio col paracadute fuori dal comune quello avvenuto sabato all'aeroporto militare di Payerne: uno svizzero di 36 anni si è infatti lanciato da un'altezza di 650 metri con una riproduzione di un paracadute immaginato da Leonardo da Vinci alla fine del XV secolo.

"Sono atterrato nel centro della pista, è stato impeccabile", ha raccontato Olivier Vietti-Teppa, un appassionato paracadutista sportivo che ha così realizzato il primo lancio fino a terra con questo prototipo di paracadute.


Nel 2000 il britannico Adrian Nicholas aveva anch'egli tentato il lancio, ma a un certo punto aveva abbandonato il suo paracadute di 80 kg per terminare la discesa in modo tradizionale. Il paracadutista svizzero ha precisato che si è lanciato da un elicottero e che il paracadute si è aperto a 600 metri. Il paracadute usato è stato realizzato con materiali moderni secondo le indicazioni di Leonardo da Vinci contenute in un testo del 1485 con lo schema di un paracadute a forma di piramide.


Il paracadute è formato, ha spiegato Olivier Vietti-Teppa, "da quattro triangoli di sette metri per lato in tela da paracadute". La base della piramide è stata realizzata con un quadrato di tessuto per zanzariere che permette alla vela di dispiegarsi, eliminando il telaio rigido previsto da Leonardo. L'inconveniente di questo paracadute è che è impossibile dirigerlo e manovrarlo. «Si scende come vuole il vento", ha detto Vietti-Tempa.