{{IMG_SX}}New York, 17 marzo 2008 - I titoli Alitalia sono stati sospesi in Borsa con una decisione presa da piazza Affari pochi istanti prima dell'apertura delle contrattazioni. I ribassi del prezzo teorico di preapertura dopo l'accettazione, da parte del Cda, del piano di Air France per la compagnia aerea, sono molto marcati e hanno spinto Borsa Italiana a sospendere il titolo, che rientrerà nella fase di «validazione» alle 9,15.

 

LA DECISIONE DELLA FED

Una manovra straordinaria, che è arrivata tra l'altro durante il fine settimana, per la precisione in una apparentemente tranquilla giornata di domenica.
Apparentemente, visto che quasi contestualmente JP Morgan stava annunciando la transazione con cui acquisterà Bear Stearns per 2 dollari per azione appena, nel tentativo di salvarla dalla morsa della crisi del credito.

Ma per l'appunto anche Ben Bernanke ha riservato una sorpresa decidendo, due giorni prima della riunione ufficiale di domani, martedi' 18, di tagliare il tasso di sconto dal 3,50% al 3,25 per cento. Ancora, la Federal Reserve ha annunciato la creazione di una linea di credito che sarà messa a disposizione delle banche d'affari di Wall Street a partire da oggi.


"Questi passi forniranno alle istituzioni finanziarie una maggiore rassicurazione sull'accesso ai finanziamenti" ha detto il presidente della Fed ai giornalisti, nel corso di una breve conferenza stampa.
"Bernanke & Co. stanno facendo il possibile per evitare l'esplosione di una grave crisi del mercato finanziario", ha commentato Richard Yamarone, economista presso Argus Research.


Ma i mercati globali non stanno reagendo bene alla duplice notizia - acquisizione di Bear Stearns da JP Morgan e taglio del tasso di sconto da parte della Fed - e quelli asiatici hanno avviato le contrattazioni in forte ribasso.
Riguardo alla linea di credito che la Fed metterà a disposizione dei colossi finanziari, l'obiettivo è quello di dare alle banche una fonte di finanziamenti a breve termine, e con cadenza regolare. La durata sarà inizialmente di almeno sei mesi, ma "potrebbe essere anche estesa, nel caso in cui le condizioni lo rendessero necessario", come ha specificato la Fed.


Un giudizio positivo è arrivato dalla Casa Bianca. "Apprezziamo le azioni che sono state adottate dalla Fed questa sera - ha detto la portavoce Dana Perino - Sia il segretario al Tesoro Usa Henry Paulson che il presidente della Fed Bernanke stanno operando in modo attivo per far fronte ai problemi che stanno colpendo i nostri mercati finanziari. Il segretario Paulson ha informato il presidente sugli ultimi sviluppi".


In un comunicato stampa, la Fed ha reso noto che le manovre "sono concepite per aumentare la liquidità e per promuovere un funzionamento ordinato del mercato.. essenziale per promuovere la crescita economica". E ora, l'attesa è per come aprirà oggi la sessione di Wall Street e anche per la riunione di domani della Fed quando, secondo alcuni analisti, i tassi sui fed funds potranno scendere fino al 2% dal 3% attuale.