{{IMG_SX}}Roma, 3 febbraio 2008 - Con la sua Inter impegnata nella lotta per vincere il terzo scudetto consecutivo, Massimo Moratti torna a parlare del famoso 5 maggio del 2002, quando i nerazzurri persero lo scudetto all'ultima giornata di campionato. "Il 5 maggio - ha spiegato il presidente dell'Inter ai microfoni di Sky - se non ci fosse stata quella banda di truffatori avremmo vinto con qualche punto di vantaggio".

 

E sulle parole di Roberto Mancini, che ha detto di voler vincere il campionato con due punti di vantaggio anzichè con 15, per non perdere il valore della vittoria, il presidente nerazzurro ha spiegato: "E' l'esperienza del passato, visto quello che è successo l'anno scorso. In questo caso però lui lo dice per provocare e abituare la squadra a lottare partita per partita".