{{IMG_SX}}Grosseto, 7 gennaio 2008 - Un agente di un istituto di vigilanza privata e' rimasto ucciso in uno scontro a fuoco durante una rapina a un furgone portavalori. E' accaduto nel pomeriggio nel territorio comunale di Massa Marittima (Grosseto). Da quanto e' emerso anche un' altra guardia e' rimasta ferita, in modo lieve. Al momento non sono note ne' l'identita' dell'agente ucciso ne' le modalita' della rapina.

 

Lascia la moglie e un figlio Raffaele Baldanzi, la guardia giurata uccisa oggi pomeriggio nel territorio di Massa Marittima (Grosseto), a seguito di un conflitto a fuoco con i banditi che hanno assaltato il furgone portavalori su cui viaggiava la vittima. Baldanzi lavorava per l'istituto di vigilanza privato 'Securpol', e viveva con la famiglia a Gavorrano, sempre in provincia di Grosseto.

 

Un suo collega di 44 anni è rimasto ferito nella rapina, ed è ricoverato all'ospedale di Massa Marittima. Per speronare il furgone i banditi hanno usato una jeep, ritrovata poco dopo in fiamme nelle vicinanze. Secondo le prime testimonianze, i rapinatori avrebbero parlato con accento sardo.