{{IMG_SX}}Milano, 1 gennaio 2008 - Un dicassettenne egiziano è annegato la notte scorsa dopo essersi tuffato nel "lago inferiore" di Mantova. Il minorenne era ospite di una comunità gestita da una Onlus mantovana, a cui era sembra fosse stato affidato dalla Procura dei minori.


L'incidente sarebbe avvenuto intorno alle 2 di questa mattina quando il giovane, in compagnia di una dozzina di altri ospiti della comunità e di alcuni educatori, stava raggiungendo il pulmino per rientrare in comunità dopo aver visto lo spettacolo di fuochi pirotecnici per il Capodanno in piazza a Mantova.


Secondo quanto è stato possibile ricostruire il giovane, improvvisamente, si sarebbe spogliato e immediatamente tuffato nelle gelide acque del "lago inferiore" a Porto Catena. Poco dopo, nonostante la nebbia fittissima, è stato visto annaspare e sparire tra i flutti.

 

A questo punto è scattato l'allarme, ma i sommozzatori dei vigili del fuoco hanno impiegato parecchio tempo per riuscire a rinvenire il corpo nell'acqua. Individuato, il diciassettenne è stato portato a riva dove gli è stato praticato il massaggio cardiaco ma alla fine è sopraggiunta la morte.