{{IMG_SX}}Roma, 12 Dicembre 2007 - La dichiarazione d’amore più bella? Tre donne su cinque non hanno dubbi: l’hanno ricevuta in macchina. Gli automobilisti diventano romantici e le donne si sciolgono. Lo rivela uno studio condotto dal canale dei motori Nuvolari del Gruppo Sitcom, che in questi giorni è presente al Motor Show di Bologna.

 

Su un campione di 600 donne tra i 20 e i 60 anni, intervistato su quale luogo ricordano come cornice alla più bella dichiarazione d’amore mai ricevuta, al primo posto si è piazzata l’auto con il 39% delle segnalazioni. Niente spiagge al chiaro di luna o terrazzini affacciati sul mare, quindi.


Decappottabile, station wagon o microcar, l’automobile risulta essere la più gettonata per le dichiarazioni d’amore romantiche. Come nei più classici telefilm americani, l’auto sembra diventata il nuovo strumento della comunicazione amorosa per tutti gli automobilisti che faticano a trovare un luogo ideale dove consacrare il proprio amore. La musica in sottofondo, un bel panorama o una serata piovosa, sono gli ingredienti che rendono indimenticabile la dichiarazione, dall’interno della vettura.


Ma quali sono i motivi che rendono l’abitacolo dell’auto, l’ambiente ideale per dichiarare il proprio amore alla compagna o alla futura moglie? A rispondere è la psicologa Serenella Salomoni, presidente dell’Associazione Donne e Qualità della Vita. “La dichiarazione d’amore è un’azione in cui il maschio deve lasciarsi andare e abbassare le proprie difese” commenta la Salomoni, “l’atmosfera che si crea nell’abitacolo dell’auto in questi casi agevola un clima di generale rilassatezza”. “L’essere umano, come ogni animale - continua la Salomoni - è legato al proprio territorio e nell’auto si sente al sicuro”.


Seguono il classico ristorante, che si attesta al 25% delle preferenze soprattutto tra le donne over 40, abituate all’appuntamento per la cena o per un cocktail. Al terzo posto la panchina nel parco che per il 17% dei giovanissimi è un luogo un po’ scomodo ma, protetto da sguardi indiscreti.


E se dopo la dichiarazione ci si volesse sbilanciare con qualche advance? “Per tutti coloro che amano la comodità e la riservatezza, i SUV indubbiamente si prestano bene ad accogliere i momenti di intimità, considerata la loro ampia abitabilità – afferma Paolo Necchi, responsabile del canale dei motori Nuvolari – Le city car, invece, rappresentano necessariamente la prima scelta per i neo patentati/fidanzati, a volte a scapito di un po’ di comodità ma sicuramente risultano più intime e accoglienti. E poi ci sono le cabrio: per chi se le può permettere, rappresentano una marcia in più per far capitolare il gentil sesso, aiutati dalla vista di un romantico cielo stellato. Personalmente penso che se c’è il giusto feeling con il partner si fa di necessità, o auto, virtù..."