{{IMG_SX}}Roma, 21 ottobre 2007  - La vittoria di Kimi Raikkonen nel campionato mondiale piloti di Formula Uno rappresenta il 15.mo sigillo per la scuderia Ferrari. Nella sua gloriosa storia, e dall'esordio in Formula Uno nel campionato 1950, il team di Maranello ha collezionato 15 titoli piloti e 15 titoli costruttori, un'impresa mai riuscita a nessun concorrente.

 

Il 'palmares' della squadra del 'cavallino rampante' mostra, tuttavia, diversi altri record: 758 gran premi disputati, di cui 201 vinti; 195 partenze 'al palo', o come si dice nel gergo delle corse, in 'pole position'; 208 giri veloci in gara e 613 piloti portati sul podio.

 

La Ferrari aveva vinto il suo primo gran premio di Formula Uno nel 1951, in Gran Bretagna, un anno dopo l'esordio nella massima categoria motoristica, avvenuto nel gran premio di Monaco nel 1950.

 

Da allora, il cavallino rampante ha vissuto due periodi magici: il primo dal 1975 al 1983, durante i quali vinse tre titoli piloti e ben 6 titoli costruttori; il secondo dal 1999 al 2004, quando vince 5 mondiali piloti consecutivi con Michael Schumacher e 6 titoli costruttori consecutivi.

 

Dopo l'annata 'storta' del 2005, Maranello e Schumi tornano in vetta nel 2006, ma perdono mondiale piloti e costruttori nelle ultime due gare, per problemi tecnici alla monoposto di Schumacher. Quest'anno, la fortuna ha girato il suo sguardo, portando Raikkonen e la sua Ferrari sul gradino più alto proprio all'ultima corsa e contro le aspettative della maggior parte degli addetti ai lavori.