Napoli, 13 settembre 2017 - Dopo Juventus e Roma, tocca alla squadra di Sarri farre in suo ingresso in Champions League. Shakhtar Donetsk-Napoli, partita del girone F, va in scena oggi, mercoledì 13 settembre. Un match sulla carta abbordabile per gli azzurri, anche se gli ucraini sono testa di serie e il tecnico toscano predica come sempre prudenza. "Lo Shakhtar ci creerà grandi problemi", avvertiva alla vigilia. Dondamentale per Mertens e compagni iniziare con una vittoria, dietro al Manchester City favorito d'obbligo, tra Feyenoord, Napoli e Shakhtar Donetsk c'è un sostanziale equilibrio di valori. Ecco le indicazioni su dove seguire il match in tv.

SHAKHTAR-NAPOLI IN TV - L'orario di inizio della partita è il solito: fischio di inizio alle 20.45. Niente diretta tv in chiaro: il match è visibile solo su Mediaset Premium (Premium Sport canale 370 e Premium Sport HD canale 380) e in live streaming su Premium Play, riservato agli abbonati.  

Segui qui il tempo reale dalle 20.45 

COSI' IN CAMPO - Candidato alla maglia di titolare è Milik, che proprio un anno fa e proprio in Ucraina (era il 13 settembre) giocò la sua prima partita in Champions con il Napoli. Un esordio fortunato con la doppietta che piegò la Dynamo Kiev, prima del grave infortunio. Accanto a Milik potrebbe giocare Mertens, dirottato sulla fascia sinistra. Incognita Insigne che potrebbe partire dalla panchina. "E' possibile - conferma Sarri - Credo che Callejon, Milik e Mertens possano giocare insieme". Su Hamsik idee molto chiare: "Per me è uno degli insostituibili". 

Probabili formazioni

Shakhtar (4-2-3-1): Pyatov; Srna, Ordets, Rakitsky, Ismaily; Stepanenko, Fred; Marlos, Kovalenko, Taison; Ferreyra. All. Fonseca

Napoli (4-3-3): Reina; Hysaj, Raul Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Diawara, Hamsik; Callejon, Milik, Mertens. All: Sarri

Arbitro: Zwayer (Ger)

Esultano i giocatori del Barcellona, il disappunto di Buffon (Ansa)

HAMSIK, L'AGENTE: GIOCA POCO - Ed è proprio la vicenda Hamsik ad agitare la vigilia del debutto azzurro in Champions. Nel giorno in cui il club annuncia la fine del silenzio stampa (instaurato dopo il ritorno del preliminare col Nizza), ecco le parole di Martin Petras, agente di Marek Hamsik, a turbare la quiete azzurra. Sott’accusa c’è Maurizio Sarri e il suo utilizzo del capitano, sempre sostituito in queste prime 5 gare stagionali. «Per me è sempre meglio che un calciatore giochi una partita intera – ha detto Petras a Radio Crc –. Sono uno che dice quello che pensa: uscire al 60’ è anche un po’ deprimente». Dall’Ucraina, pronta la replica di Sarri: «Per me Marek è insostituibile: ha una capacità di giocare tra le linee unica tra i nostri centrocampisti. Per questo lo tolgo tutte le gare: è l’unico modo per farlo riposare e averlo sempre». Sarri ha dovuto anche rispondere sui rumors sollevati da Mino Raiola che darebbero il tecnico via da Napoli a giugno: «Non so cos’abbia detto. Se vuol trovarmi una squadra... Poche parole: qui c’è da pensare gara dopo gara perché abbiamo un girone di ferro». Spera di giocare Arkadiusz Milik, 2 reti l’anno scorso nel debutto in Champions con la Dinamo Kiev: «Sono al 100%, deciderà il mister».

ROMA_25306953_231316