Roma, 12 ottobre 2017 - Vale è carico. Dopo l’impresa di Aragon, ci volevano due settimane di “riposo”. Che poi sono state due settimane per "lavorare sulla mia riabilitazione perché ora abbiamo tre Gp di fila e sarà importante essere in buone condizioni. Ho fatto tutto il possibile per essere pronto". Anche perché qui a Motegi "è sempre una gara importante per la Yamaha". "Sto meglio, la gamba è migliorata, ho anche girato in moto al Ranch ed è stato bello, anche se lì a poggiare il piede ho un po' di dolore".

MotoGp Giappone 2017, orari tv. Diretta Sky e Tv8

E pure Rossi sogna un altro podio dopo due vittorie, sette secondi posti e due terzi raccolti in carriera nella classe regina in Giappone. "Faremo tutto il possibile per ottenere il risultato migliore". Difficile dire se abbia già buttato la spugna nella lotta al titolo, ma almeno togliersi qualche soddisfazione.

E magari anche qualche punto alla concorrenza per dare una mano al compagno di box a 28 punti da Marc Marquez: "Questo Gp è fondamentale se voglio puntare al Mondiale", riconosce Maverick Viñales. Che poi è quello che frulla pure nella testa di Andrea Dovizioso, tornato 2° in classifica dopo il buio spagnolo a -16 dalla Honda numero 93: "Qui a Motegi sono sicuro che potremo essere di nuovo protagonisti. Come lo siamo sempre stati, conquistando due volte la pole position e lo scorso anno sono arrivato secondo. Le prossime quattro gare saranno molto importanti per la lotta per il titolo e noi siamo pronti a giocarcela fino all’ultimo". Per questo Marquez sa che "dovremo dare il 100%, domenica e anche in Australia e Malesia. Si tratta di corse sempre molto impegnative, in luoghi e condizioni climatiche molto diversi. E in un campionato con avversari tanto vicini, tutto questo renderà la sfida ancora più complicata". Non a caso è prevista acqua per tutto il weekend.