Brno, 5 agosto 2017 - Marc Marquez domina il Gran Premio di Repubblica Ceca a Brno, decima tappa della Motogp 2017. Alle sue spalle il compagno di scuderia Daniel Pedrosa e Maverik Vinales. Quarto Valentino Rossi, sesto Andrea Dovizioso. Lo spagnolo della Honda consolida il primato in classifica mondiale dove ora guida con 154 punti, 14 di vantaggio su Vinales e 21 su Dovizioso. Quarto Valentino Rossi a 22 punti.

MARQUEZ_24546407_153120

La classifica MotoGp dopo Brno

1 - Marquez 154
2 - Vinales 140
3 - Dovizioso 133
4 - Rossi 132
5 - Pedrosa 123
6 - Zarco 88
7 - Folger 77
8 - Petrucci 75
9 - Crutchlow 75
10 - Lorenzo 66

Marquez, partito in pole position dopo le qualifiche, ha trionfato grazie a una strategia di gara impeccabile. E' stato anche fortunato, lo spagnolo, unico a montare - sbagliando - la soft all'anteriore in partenza su un asfalto umido. Al primo giro, in evidente difficoltà, è rientrato ai box uscendone con gomme da asciutto. Tattica che gli ha permesso di recuperare decine di secondi man mano che la pista si asciugava. Quando gli avversari sono rientrati ai box, Marquez ha scavato un solco incolmabile. Occasione persa per Rossi e Dovizioso che hanno addirittura aspettato una tornata in più, rispetto alla maggior parte dei piloti (Pedrosa e Vinales compresi), per cambiare le gomme. Errore rivelatosi decisivo, soprattutto per Rossi che sembrava avere un passo in grado di impensierire le Honda.

MotoGp Brno 2017, orari tv (diretta Sky e Tv8)

MOMENTI CLOU

Trionfa Marquez con un vantaggio abissale su  Pedrosa. Poi Vinales e Rossi. Dovizioso chiude in sesta posizione. Decisiva è stata la strategia sul cambio gomme.

Giro 21 - Dopo aver infilato Petrucci, Rossi passa anche Crutchlow ed è quarto. Anche Dovizioso supera Petrucci

Giro 15 - Rossi scatenato, è sesto e punta la quinta posizione di Crutchlow. Cresce il rammarico per una gara che poteva essere 'testa a testa' con Marquez. Anche Dovizioso insiste nella sua rimonta ed è settimo. Vinales infila Petrucci e risale  in terza posizione

Giro 12 - Prosegue la rimonta di Rossi e Dovizioso, rispettivamente nono e decimo. Prosegue la gara solitaria di Marquez. Caduta di Alvaro Bautista

Giro 9 - Pedrosa infila Espargaro: è secondo. Rossi risale in 11esima posizione e viaggia su ottimi tempi. La gara sembra però compromessa, fatale l'entrata tardiva ai box per il cambio gomme. 

Giro 7 - Marquez ha un vantaggio enorme sul secondo: la scelta di cambiare subito le gomme, per mettere quelle da asciutto, si sta rivelando azzeccatissima. Ha quasi 20 secondi di vantaggio sul secondo,  al momento Aleix Espargaro. Rossi viaggia in dodicesima posizione.

Giro 5 - Rientrano ai box Valentino Rossi e Dovizioso. Clamoroso Marquez: torna in testa con grande vantaggio sugli altri. Rossi dodicesimo, Dovizioso tredicesimo

Giro 4 - Rossi infila Lorenzo che rientra ai box per cambiare la gomma

Giro 3 - Caduta di Iannone in corsia box. Il pilota abruzzese riparte dopo diversi secondi.

Giro 3 - Rossi a caccia di Lorenzo, seguono Zarco, Dovizioso e Vinales. Marquez naviga oltre la 15esima posizione.

Giro 2 - Rossi risale in seconda posizione, Marquez in grande difficoltà con la gomma soft: si ferma ai box.

Giro 1 - Partenza a razzo di Marc Marquez che però viene superato dopo poche curve da Jorge Lorenzo, in gran spolvero. Rossi imbottigliato in partenza, ma passa in quarta posizione dietro a Dovizioso.

Valentino Rossi: "Sfortunati e somari. Marquez è furbo".

LE REAZIONI - Si gode la vittoria Marc Marquez. "Onestamente questa mattina con la posteriore dura non mi sentivo bene per qualche motivo - dice lo spagnolo - Ho perso tutta la fiducia e quando sono uscito dai box verso la griglia c'era qualcosa di strano con la hard e ho detto montiamo la soft. Poi all'inizio della gara mi sono reso conto che era la scelta sbagliata. Faceva troppo spinning fin dall'inizio". E arriva l'attimo decisivo: "Quando ho visto che si stava asciugando ho capito che era il mio momento: bisognava attaccare. Sono rientrato molto in anticipo perché era ancora bagnato. Ho rischiato di cadere diverse volte. Sono rimasto sulla moto e poi ho cominciato a spingere il ritmo. Quando ho visto che ero primo con 22 secondi di vantaggio è stata tutta un'altra gara. Ho cercato di controllare il vantaggio. Sarei potuto andare più forte ma non ce n'era bisogno percheé queste gare sono difficili ma siamo tutti li. Questo campionato sarà lungo e difficile. Ci prendiamo questi 15 punti molto importanti"

"La prima parte della gara è stata moto difficile - spiega Maverick Vinales - ho cercato di fare del mio meglio, non avevo buone sensazioni all'inizio ma poi ho capito che potevo fare una buona gara. Il podio è un ottimo risultato ma si può fare meglio".

"Queste gare sono particolari ed è difficile capire quando è il momento esatto per rientrare quando smette di piovere - spiega Daniel Pedrosa - La pista si stava asciugando ma non immaginavo così velocmente, rimpiango di non aver deciso di rientrare un giro prima ma sono molto contento di questa gara, avevamo un bel passo e siamo stati competitivi. Purtroppo non abbiamo fatto un gara perfetta"

WAGSMOTOGP_22182980_161308

L'ordine di arrivo del Gran Premio di Repubblica Ceca.

1. Marc Marquez (Spa) Honda 44:15.974
2. Dani Pedrosa (Spa) Honda 44:28.412
3. Maverick Vinales (Spa) Yamaha 44:34.109,
4. Valentino Rossi (Ita) Yamaha 44:36.440
5. Cal Crutchlow (Gbr) Honda 44:36.866
6. Andrea Dovizioso (Ita) Ducati 44:39.233
7. Danilo Petrucci (Italy) Ducati 44:40.053
8. Aleix Espargaro (Spa) Aprilia 44:46.533
9. Pol Espargaro (Spa) KTM 44:46.728
10. Jonas Folger (Ger) Yamaha 44:49.210
11. Alex Rins (Spain) Suzuki 44:49.264
12. Johann Zarco (Fra) Yamaha 44:50.569
13. Karel Abraham (Rce) Ducati 44:50.671
14. Jack Miller (Aus) Honda 44:54.036
15. Jorge Lorenzo (Spa) Ducati 44:56.074

MOTO2 - In Moto2 vince Thomas Luthi. Lo svizzero (CarXpert Interwetten) precede lo spagnolo Alex Marquez (EG 0,0 Marc VDS) e il portoghese Miguel Oliveira (Red Bull KTM Ajo). Ai piedi del podio Luca Marini (Forward Racing Team). Sesto posto per Simone Corsi (Speed Up Racing) davanti a Francesco Bagnaia (SKY Racing Team VR46), ottavo il leader del Mondiale Franco Morbidelli (EG 0,0 Marc VDS). La gara è stata interrotta dalla bandiere rosse a 7 giri dal termine a causa della forte pioggia: in quel momento si trovavano in testa Mattia Pasini (Italtrans Racing Team) e Morbidelli. Alla ripresa della corsa, Pasini è caduto dopo il secondo giro.

MOTOR - Joan Mir trionfa in Moto3. Lo spagnolo del Leopard Racing, leader del Mondiale, ha preceduto al traguardo in volata Romano Fenati (Marinelli Rivacold Snipers), sul podio anche lo spagnolo Aron Canet (Estrella Galicia 0,0). Chiude al quarto posto l'olandese Bo Bendsneyder (Red Bull KTM Ajo), quinto lo spagnolo Juanfran Guevara (RBA BOE Racing Team). Fuori dalla top ten Andrea Migno (SKY Racing Team VR46), 11°. Il successo permette a Mir di salire a 190 punti ed allungare in classifica su Fenati, secondo a 148.

BRNO_24505065_141418