Sepang, 30 settembre 2017 - Lewis Hamilton conquista la pole position numero 70 nel Gp della Malesia, quindicesima tappa del Mondiale 2017 di Formula Uno in programma domenica 1 ottobre alle 9 (orari tv). Il britannico della Mercedes segna il tempo di 1'30"076, bravo Kimi Raikkonen secondo ad appena 45 millesimi. Ma per le Ferrari non è stata una giornata fortunata: Sebastian Vettel partirà ultimo perché ha rotto il turbo durante la Q1. Il tedesco aveva appena cambiato il motore, che aveva un problema elettrico nelle libere 3.

Formula 1 Gp Malesia 2017, la diretta della gara (dalle 9)

Ma il motore sostituito in tempo per le qualifiche, presenta un altro problema, questa volta al turbo, e il tedesco non riesce a fare un giro e si ferma di nuovo: domani partirà ultimo. Terza e quarta le Red Bull di Max Verstappen (1:30.541) e Daniel Ricciardo (1:30.595). 

Solo quinto Valtteri Bottas (1:30.758) con l'altra Mercedes. A suo fianco in griglia Esteban Ocon su Force India (1:31.478). Settimo Stoffel Vandoorne su McLaren (1:31.582), poi Nico Hulkenberg su Renault (1:31.607), Sergio Perez, altra Force India (1:31.658), e Fernando Alonso su McLaren (1:31.704). 

Fuori dalla Q2  Felipe Massa (Williams), Jolyon Palmer (Renault), Lance Stroll (Williams) e le due Toro Rosso di Carlos Sainz e del debuttante Pierre Gasly. Nel Q1 eliminati, oltre a Sebastian Vettel, le Haas di Romain Grosjean e Kevin Magnussen e le Sauber di Pascal Wehrlein e Marcus Ericsson.

Profondo Rosso - IL BLOG DI LEO TURRINI

LE DICHIARAZIONI

Maurizio Arrivabene nervoso: "Non credo alla sfortuna ma se esiste con noi si impegna moltissimo". E aggiunge: "E' un peccato per Sebastian, guardando i tempi oggi molto probabilmente poteva mettersi in tasca la pole ma la pole si fa in pista, non con l'immaginazione. Abbiamo un pilota in prima fila (Raikkonen, ndr) e uno in ultima ma siamo qua per lottare".

Stupito invece della sua prestazione Lewis Hamilton: "Devo dire che non avevamo idea di come sarebbe andata oggi". E dispiaciuto per l'avversario: "E' un peccato quello che è succsso a Sebastian, era molto veloce, ma noi siamo stati bravi a svoltare, la macchina ha dato buone sensazioni, è una sorpresa quello che siamo riusciti a fare".

Kimi Raikkonen secondo terrà alto il vessillo di Maranello: "E' andata comunque bene, anche se quando si arriva così vicini è una delusione. Spero di aver sfruttato al massimo l'ultimo giro, anche se ci sono dei punti in cui si può migliorare. Ma la macchina si è comporta bene per tutto il weekend, sono soddisfatto". Poi Kimi avverte: "Fare domani una buona partenza sarà importante, ci sono due curve strette dove può succedere di tutto, dobbiamo fare bene".

Infine il racconto sconsolato di Sebastian Vettel: "Stavo cominciando il giro ed ho perso potenza a metà giro. Quindi sono tornato lentamente ai box dove abbiamo cercato di sistemare il problema ma alla fine ho avuto problemi con l'accensione. Ora dobbiamo capire il perché ma ad ogni modo sarà dura". Seba spiega così i problemi alla Power Unit che lo costringerà a partire dall'ultima posizione. Il tedesco comunque è ottimista in vista della gara: "Ai meccanici ho detto di non preoccuparsi perché la macchina è veloce, quindi ora la sistemeremo e poi vedremo domani. Una cosa buona è che così abbiamo conservato le gomme, che in proiezione gara è una buona cosa. Adesso sistemeremo il problema e vedremo come fare domani, studiando la strategia. Fortunatamente abbiamo tempo per pensarci. Ad ogni modo in gara possono succedere tante cose".  

Griglia di partenza:  56 giri del circuito di Sepang, pari a 310,408 km.  

1a fila 1. Lewis Hamilton (Gbr) Mercedes 1'30"076 alla media di 221,532 km/h 2. Kimi Räikkönen (Fin) Ferrari 1'30"121 
2a fila 3. Max Verstappen (Ned) Red Bull 1'30"541 4. Daniel Ricciardo (Aus) Red Bull 1'30"595 
3a fila 5. Valtteri Bottas (Fin) Mercedes 1'30"758 6. Esteban Ocon (Fra) Force India Mercedes 1'31"478 
4a fila 7. Stoffel Vandoorne (Bel) McLaren Honda 1'31"582 8. Nico Hulkenberg (Ger) Renault 1'31"607 
5a fila 9. Sergio Perez (Mex) Force India Mercedes 1'31"658 10. Fernando Alonso (Esp) McLaren Honda 1'31"704.
6a fila 11. Felipe Massa (Bra) Williams Mercedes 1'32"034 12. Jolyon Palmer (Gbr) Renault 1'32"100 
7a fila 13. Lance Stroll (Can) Williams Mercedes 1'32"307 14. Carlos Sainz (Esp) Toro Rosso 1'32"402 
8a fila 15. Pierre Gasly (Rus) Toro Rosso 1'32"558 16. Romain Grosjean (Fra) Haas Ferrari 1'33"308 
9a fila 17. Kevin Magnussen (Den) Haas Ferrari 1'33"434 18. Pascal Wehrlein (Ger) Sauber Ferrari 1'33"483 
10a fila 19. Marcus Ericsson (Swe) Sauber Ferrari 1'33"970 20. Sebastian Vettel (Ger) Ferrari no time.  








In classifica piloti Vettel al momento insegue Lewis Hamilton a 28 punti di distanza, quindi con più di una gara di svantaggio. Per la Rossa fanno quantomeno morale i risultati delle prove libere di ieri sul circuito di Sepang, con le monoposto di Maranello che hanno fatto segnare i migliori due tempi nel corso della seconda sessione, disputata su pista asciutta. Seb si è piazzato davanti a Kimi Raikkonen, seguito dalle due Red Bull di Ricciardo e Verstappen con la Mercedes di Hamilton solo sesta, più lenta anche di Alonso. Nelle prove libere 1, con tracciato bagnato, il più veloce era stato Max Verstappen, davanti al compagno di scuderia Ricciardo e a un brillante Alonso. E anche oggi nella terza sessione, le Ferrari hanno fatto segnare le due migliori prestazioni: questa volta è stato del finlandese il tempo più veloce davanti al tedesco.

Formula 1 Gp Malesia 2017, orari e dove si vede in tv

Rivivi le qualifiche

MOMENTI CLOU

- Lewis Hamilton in pole position, Kimi Raikkonen secondo e Seba Vettel ultimo. 

- Q3, Hamilton in pole virtuale, Raikkonen secondo, terzo Ricciardo. Il finlandese è a meno di tre decimi dal britannico.

- Valtteri Bottas è stato il più veloce nella Q2. Il finlandese della Mercedes ha girato in 1'30"803, di 123 millesimi meglio di Kimi Raikkonen. Terzo Max Verstappen davanti a Lewis Hamilton con l'altra Mercedes.

- Fuori dalla Q2: Felipe Massa, Jolyon Palmer, Lance Stroll, Carlos Sainz e il debuttante Pierre Gasly.  

- Q2, Bottas segna il miglior tempo

- Q2, Raikkonen subito il più veloce, con record della pista

- Vettel: "Stavo cominciando il giro ma a metà ho perso potenza. Sono tornato lentamente ai box per cercare di risolvere il problema e riaccendere la macchina ma c'era un problema con la pressione che non arrivava dal turbo e ora dobbiamo capire perché". Il tedesco è fiducioso:  "Sarà dura ma i ragazzi hanno fatto un lavoro fenomenale e ho detto loro di non preoccuparsi. Abbiamo risparmiato le gomme per domani e non si sa mai cosa può succedere in gara". 

- Vettel ha ringraziato i meccanici, il tedesco non è contento, ma neanche particolarmente preoccupato perché la cosa più importante, ha detto ai box, è che domani la vettura sia a posto.

- Q1, Lewis Hamilton è stato il più veloce con il tempo di 1:31.605. 

- Fuori dalla Q2:  Sebastian Vettel, Romain Grosjean, Kevin Magnussen, Pascal Wehrlein e Marcus Ericsson. 

- Q1, Vettel scende dalla macchina, non c'è più nulla da fare, il tedesco è fuori dal Q2: domani scatterà in ultima posizione

- Q1, Hamilton è il più veloce, Verstappen secondo e Bottas terzo. Nel box Ferrari corsa contro il tempo per Vettel

- Q1, il tedesco ha un problema al turbo. Vettel rischia di non passare in  Q2

 

- Q1, Vettel è regolarmente in pista con il motore nuovo sulla sua Ferrari. Dopo poco però il tedesco ha visibilmente rallentato, problemi al motore nuovo? E' rientrato ai box. 

 

La Classifica piloti dopo il Gp di Singapore

1 - Hamilton 263

2 - Vettel 235

3 - Bottas 212

4 - Ricciardo 162

5 - Raikkonen 138

6 - Perez 68

7- Verstappen 68

8 - Ocon 56

9 - Sainz Carlos 48

10 - Hulkenberg 34