Roma, 16 aprile 2017 - Il Gran Premio del Bahrain, terzo appuntamento del Mondiale di Formula 1, nel segno della Ferrari. La Rossa di Sebastian Vettel ha vinto (ed emozionato) sul circuito di Sakhir precedendo le Mercedes del campione iridato Lewis Hamilton, secondo, e del finlandese Valtteri Bottas, terzo. Quarta posizione per l'altro ferrarista, il finlandese Kimi Raikkonen. E' il secondo successo stagionale per Vettel, già primo al traguardo nella gara inaugurale in Australia. Il ferrarista torna così in testa al Mondiale.

LA CLASSIFICA PILOTI - LA CLASSIFICA COSTRUTTORI

L'ESULTANZA - "Buona Pasqua, grazie mille. Oggi la macchina è stata un piacere". Così Vettel ha salutato gli uomini del muretto dall'abitacolo e tutti gli appassionati della Ferrari, dopo avere tagliato il traguardo. Un urlo del tedesco ha accompagnato il messaggio di auguri.

"Serviva un pizzico di follia"

ENTUSIASMO AI BOX -  Maurizio Arrivabene, direttore della scuderia Ferrari, è raggiante ai microfoni di Sky Sport: "Per fare quello che abbiamo fatto oggi serviva un pizzico di follia. Questa è la Ferrari. Sono soddisfatto, ma non facciamo paragoni con la Mercedes, per favore. Cosa mi sono detto con Marchionne al telefono? Ci siamo fatti gli auguri di buona Pasqua".

PROTAGONISTI - Gli altri piazzamenti: quinto posto per Daniel Ricciardo (Red Bull), poi Felipe Massa (Williams), Sergio Perez (Force India), Romain Grosejan (Haas), Nico Hulkenberg (Renault) ed Esteban Ocon (Force India). Tra i ritiri, quello della Red Bull di Max Verstappen.

"Torneremo più forti di prima"

HAMILTON - Non nasconde l'amarezza Lewis Hamilton. "Congratulazioni a Sebastian Vettel, è stata una gara molto difficile per me - dice -, 5" di ritardo sono tanti. Non sono partito benissimo, ho cercato di recuperare, ho dato tutto quello che avevo, mi dispiace per il team. La Ferrari ha fatto un gran lavoro". E ancora: "Adesso ci raduneremo col team e torneremo più forti di prima - ha aggiunto il pilota britannico -. Sono deluso, certo, perché ho perso dei punti e anche per il team".

IL LEADER DEL MONDIALE - Vettel comunque tiene 'i piedi per terra': "Mi sto godendo la macchina, ma - sottolinea - è presto per fare programmi a lunga scadenza. Siamo solo all'inizio. Sono contento per il team, per i ragazzi che lavorano giorno e notte. Adesso farò i test: quando scendo non vedo l'ora di risalire sulla macchina", ha aggiunto, dal podio. "È stata una giornata grandiosa - ha detto il ferrarista -. Non ho parole. È stata una vittoria di squadra. Ho cercato di mettere pressione a Bottas fin da subito, non è stato facile. È andata bene. Sono stato fortunato: dopo la safety car, sono uscito a mi sono trovato davanti, per fortuna. Ho controllato bene la macchina e la gara, è stato come un sogno oggi".

LA RABBIA DI RAIKKONEN - "Il problema alla partenza? Non lo so, non ne ho idea, chiedete al team. La partenza è stata brutta, non ho altro da aggiungere". Kimi Raikkonen non nasconde l'insoddisfazione al termine della gara. "E' stato un weekend nel complesso deludente per me", ha spiegato ai microfoni di Sky Sport.

Rivivi la diretta della gara 

L'ordine di arrivo del Gran Premio del Bahrain

1. Sebastian Vettel (Ger) Ferrari 1:33:53.373, 2. Lewis Hamilton (Gbr) Mercedes +00:06.600, 3. Valtteri Bottas (Fin) Mercedes 00:20.397, 4. Kimi Raikkonen (Fin) Ferrari 00:22.475, 5. Daniel Ricciardo (Aus) Red Bull 00:39.346, 6. Felipe Massa (Bra) Williams 00:54.326, 7. Sergio Perez (Mex) Force India 01:02.606, 8. Romain Grosjean (Fra) Haas 01:14.865, 9. Nico Huelkenberg (Ger) Renault 01:20.188, 10. Esteban Ocon (Fra) Force India 01:35.711, 11. Pascal Wehrlein (Ger) Sauber a 1 giro, 12. Daniil Kvyat (Rus) Toro Rosso a 1 giro, 13. Jolyon Palmer (Gbr) Renault. Ritiri: Fernando Alonso (Spa) McLaren, Marcus Ericsson (Sve) Sauber, Carlos Sainz Jr (Spa) Toro Rosso, Lance Stroll (Can) Williams, Max Verstappen (Ola) Red Bull, Kevin Magnussen (Dan) Haas, Stoffel Vandoorne (Bel) McLaren.

Le classifiche del Mondiale di Formula 1

Piloti: 1. Sebastian Vettel (Ger) Ferrari 68 punti, 2. Lewis Hamilton (Gbr) Mercedes 61, 3. Valtteri Bottas (Fin) Mercedes 38, 4. Kimi Raikkonen (Fin) Ferrari 34, 5. Max Verstappen (Ola) Red Bull 25, 6. Daniel Ricciardo (Aus) Red Bull 22, 7. Felipe Massa (Bra) Williams 16, 8. Sergio Perez (Mex) Force India 14, 9. Carlos Sainz Jr (Spa) Toro Rosso 10, 10. Romain Grosjean (Fra) Haas 4, 11. Kevin Magnussen (Dan) Haas 4, 12. Esteban Ocon (Fra) Force India 3, 13. Nico Huelkenberg (Ger) Renault 2, 14. Daniil Kvyat (Rus) Toro Rosso 2.

Costruttori: 1. Ferrari 102, 2. Mercedes 99, 3. Red Bull 47, 4. Force India 17, 5, Williams 16, 6. Toro Rosso 12, 7. Haas 8, 8. Renault 2.