Bologna, 19 aprile 2017 - Il Real Madrid e l'Olympyacos Pireo replicano ai successi ottenuti ieri da CSKA Mosca e Fenerbahce e di aggiudicano entrambi gara 1 delle rispettive serie playoff di Eurolega

Vittoria senza dubbio più semplice per gli ellenici che alla Peace and Friendship Arena di Atene dominano 87-72 contro l'Efes Istanbul mettendo in mostra la loro vera e propria cooperativa del canestro che ha permesso a ben dieci giocatori sugli undici utilizzati per almeno un minuto da coach Sfairopoulos di andare a bersaglio, con Vangelis Mantzaris che ha vestito i panni dell'attore protagonista segnando 14 punti, tutti a dir poco determinanti ai fini del risultato finale. È proprio lui, assieme al solidissimo Milutinov a scavare il primo solco del match già nel quarto di apertura con due triple che propiziano il 18-11 al suono della prima sirena. Il gioco in velocità dei biancorossi fa malissimo ad un Efes macchinoso in fase di costruzione, molle in difesa e impreciso al tiro (1/9 da tre punti dopo i primi 20 minuti). Così, grazie alle bombe di Green e Papanikolau e al canestro da sotto di Agravanis gli ateniesi fanno lievitare il loro vantaggio sino al +14 (42-28). Ad inizio secondo tempo si iscrive a referto anche uno Spanoulis apparso un po' sottotono nella prima metà di gara e con 5 punti nello spazio di pochi secondi e un assist per  una conclusione pesante di Printezis ispira il +18 dei suoi (67-49). L'Efes pare alle corde ma nonostante le difficoltà si aggrappa a Thomas e Honeycutt per risalire sino al -10 agli albori dell'ultima frazione. Birch e Spanoulis però non perdonano e siglano l'allungo decisivo ai fini del successo. 

Decisamente più sofferto invece il punto dell'1-0 nella serie portato a casa dal Real Madrid che ha sovrastato soltanto nel finale   - grazie a Llull (23 punti e 6 assist) e all'ottimo Ayon (14 punti e 4 rimbalzi) - un coraggioso Darussafaka Dogus (83-75) che è stato capace di restare a lungo avanti nel corso del primo tempo oltrepassando persino la doppia cifra di vantaggio. Trascinati da Harangody e soprattutto dall'ex pistoiese Wanamaker (7 punti nei primi 10 minuti), i turchi giocano un grande primo quarto andando avanti di 8 lunghezze al suono della prima sirena (24-18). Il vantaggio turco aumenta fino al +10 (35-25) alla ripresa del gioco, ma poi sale in cattedra Llull che assieme ad Hunter ricuce quasi interamente lo strappo mandando i suoi negli spogliatoi sul -1 (37-36). Al rientro sul parquet i blancos completano la rimonta mettendo la testa avanti aiutati da Ayon e dallo scatenato Llull che continua a segnare a raffica punendo i cambi difensivi avversari (48-43). Anche un Randolph un po' confusionario nel primo tempo comincia ad ingranare e così il Real, pur senza scappare definitivamente conduce in porto la vittoria.

MATTEO AIROLDI