Losanna, 14 dicembre 2016 - Il rapporto Mclaren sul doping di stato russo, esposto nella sua completezza qualche giorno fa, sta producendo i suoi effetti. La Russia avrebbe dovuto organizzare i mondiali di bob e skeleton a Sochi dal 13 al 26 febbraio, ma la federazione internazionale (IBSF) su pressione del Cio, ha deciso di spostare l'eventi in altra sede.

I motivi? Soprattutto diplomatici e legati al rapporto Mclaren. Lettonia e Corea del Sud avevano già apertamente deciso di boicottare la rassegna, l'Austria stava assumendo la stessa linea e anche gli Stati Uniti erano perplessi sull'organizzazione russa. Poi il Cio, che ha recentemente prolungato il divieto alla Russia di organizzare eventi internazionali. La ISBF si è adeguata, comunicando che lo spostamento è stato deciso 'per consentire agli atleti di tutte le nazioni di partecipare ad una rassegna che si concentra sullo sport e non sulle accuse, perché nonostante il grande impegno della federazione russa nell'organizzazione dei Mondiali, l'aria renderebbe impossibile apprezzare gli sforzi del comitato organizzatore". La nuova sede sarà comunicata nei prossimi giorni.