Bologna, 20 marzo 2017 – Clamoroso precedente nel mondo del calcio. La Fifa ha deciso di radiare un arbitro dopo l’assegnazione di un calcio di rigore inesistente. La vicenda riguarda il direttore di gara ghanese Joseph Odartei Lamptey, reo di aver concesso un rigore, poi smentito dalle immagini, nella partita del novembre 2016 tra Sudafrica e Senegal valevole per le qualificazioni mondiali.

I fatti. Nel corso della partita, finita 2-1 per il Sudafrica, l’arbitro ha assegnato un rigore clamoroso ai Bafana Bafana per via di un presunto tocco di mano di Koulibaly a pochi passi dalla porta. L’episodio è abbastanza strano, perché il difensore del Napoli colpisce il pallone tra le proprie ginocchia, quindi ben lontano dalle mani. Nonostante le proteste, il penalty è stato confermato e la partita vinta 2-1 dai sudafricani. Ma la Fifa ha esaminato il caso e deciso di squalificare a vita l’arbitro per aver intenzionalmente alterato il risultato, anche se ancora non si è pronunciata sulla richiesta di ripetizione della sfida da parte del Senegal. Lamptey, invece, potrà fare ricorso alla Corte d’Appello della Fifa e successivamente al Tas di Losanna.