Roma, martedì 12 settembre 2017 - Tutto pronto per l'esordio della Roma nella Champions League 2017/18. All'Olimpico arriva l'Atletico Madrid, una partenza da brividi per Di Francesco e i suoi. Gli spagnoli, allenati dal 'Cholo' Simeone, schierano una corazzata dove la ciliegina sulla torta è la stella francese Antoine Griezmann. Fischio d'inizio alle 20.45 (Dove vedere la diretta tv e streaming). Nell'altra sfida del Girone C, il Chelsea ospita il Qarabag. 

Probabili formazioni

Roma (4-3-3): Alisson; Bruno Peres, Manolas, Juan Jesus, Kolarov; Nainggolan, De Rossi, Strootman; Defrel, Dzeko, Perotti. All.: Di Francesco

Atletico M. (4-4-2): Oblak; Juanfran, Savic, Godin, Filipe Luis; Koke, Thomas, Saul, Carrasco; Griezmann, Correa. All.: Simeone.

Arbitro: Mazic (Serbia)

Tv: Premium Sport e Canale 5

Barcellona-Juventus, segui qui la diretta

Barcellona-Juventus, probabili formazioni e ultimissime

IL PUNTO di PAOLO FRANCI

L’incredibile sconfitta con l’Inter, poi il rinvio del match con la Samp. Così, con una mazzata immeritata prima e uno sfregio del meteo dopo, la Roma è finita nello scantinato del campionato. Non solo in classifica, ma anche e soprattutto nell’immaginario collettivo. E già perchè alla vigilia del match con l’Inter la Roma era da lotta per il vertice, oggi invece è finita nel dimenticatoio. «Magari se avessimo giocato e vinto a Marassi si sarebbe parlato anche della Roma – osserva Di Francesco –. Però ora pensiamo all’Atletico, facciamo una grande partita e così magari si tornerà a parlare di noi». Se le vie del Signore sono infinite, quella della Champions romanista pare spezzata in due, con un doppio baratro rappresentato proprio dalla squadra del Cholo Simeone e il Chelsea di Conte. Per battere quelli dell’altra Madrid, non bastano schemi, diagonali e squadra nel fazzoletto, serve anche un pizzico di cholismo.

«Ci vuole una Roma da battaglia, perchè sarà una battaglia vera – riflette il tecnico romanista – dobbiamo saper combattere con le loro stesse armi. Voglio una squadra determinata perchè partire bene potrebbe già essere determinante». L’Atletico però, è roccia pura e Di Francesco lo sa: «Loro hanno un’identità precisa che poggia molto sul senso pratico e poco sull’estetica e arrivano sempre all’obiettivo. Le due finali di Champions stanno lì a dimostrarlo. Dal punto di vista mentale Simeone ha fatto un lavoro incredibile».

Eccolo, il Cholo Simeone. Gli occhi diventano una fessura quando gli si chiede se l’Atletico abbia o no il complesso Champions dopo le due finali perse e se, davvero, è la favorita del girone. «Complessi non ne abbiamo mai avuti, ciò che è passato è passato. Si parte da zero e inizia un cammino entusiasmante». Il passato è passato, ma lo si può anche accarezzare per un attimo: «E’ un orgoglio arrivare in finale, ma vincerla sarebbe il massimo. Una – ricorda Simeone – l’abbiamo persa a due minuti dalla fine, un’altra ai rigori. Siamo arrivati al massimo delle nostre possibilità. Continuando su questa strada prima o poi la vittoria arriverà». E il futuro del Cholo? Ogni anno si dice che lascerà l’Atletico e ogni anno il legame col mondo colchonero è più forte e saldo: «Credo nel futuro del club, siamo tutti noi il futuro, ci sono ragazzi giovani che maturano, abbiamo gente con esperienza che fa crescere questi giovani. Abbiamo uno stadio nuovo da inaugurare. Sono tutte sensazioni positive che e mi fanno pensare di restare dove sono perchè c’è vita e grande energia all’Atletico Madrid».