Napoli, 21 novembre 2017 - Vincere per sperare nella qualificazione: è questo il tema della serata per pochi intimi del San Paolo. Sono appena 12mila le anime nell'impianto di Fuorigrotta, sintomo della sfiducia dei tifosi per il cammino europeo dei propri beniamini, orfani dello squalificato Koulibaly: sarà Chiriches a rimpiazzare il senegalese. Lo Shakhtar punta sul trio fantasia Marlos-Taison-Bernard alle spalle di Ferreyra.

image

PORTIERI SUGLI SCUDI - Pronti, via e il Napoli prova a sbloccare la gara: taglio di Callejon e anticipo all'ultimo secondo di Pyatov. Il guizzo dello spagnolo è solo un fuoco di paglia perché poi la retroguardia di casa sbanda sotto i colpi di Taison: il brasiliano prima raccoglie la palla sugli sviluppi di un corner e lasciare partire una sventola alta e poi al 9' quasi sfrutta al meglio un pasticcio di Diawara. Il guineano lancia la ripartenza degli ucraini, con Ferreyra che apparecchia per Taison, poco cinico al cospetto di Reina. Superato il momento critico, il Napoli si riaffaccia dalle parti di Pyatov, che al 27' salva con le dita sul destro a giro di Insigne, servito alla grande da Hamsik. Sugli sviluppi del seguente angolo i due si invertono i ruoli ma lo slovacco spreca tutto. Poco dopo la mezzora lo Shakhtar torna pericoloso: Ismaily serve Marlos che scarica una bordata disinnescata da Reina.

image

TRIS DA URLO - Il Napoli prova ad accendere la ripresa con Diawara, che raccoglie una palla vagante e scarica un tiro potente, deviato in corner. E' invece perfetto il solito destro a giro di Insigne al 57', che regala il vantaggio ai padroni di casa: il gol è una gemma dai 20 metri che dà nuova linfa alle speranze dei partenopei. Lo Shakhtar, ora in svantaggio anche negli scontri diretti, prova a rimediare con Marlos, che però non riesce ad angolare la conclusione. Fa ancora peggio Zielinski al 69': Mertens si inserisce tra Pyatov e Butko e scippa la sfera, servendo l'accorrente polacco, che a porta sguarnita calcia alle stelle. L'ex Empoli si riscatta all'81', sempre dopo un assist del folletto belga, che lancia Zielinski a tu per tu con Pyatov, bucato da zero metri. Poco dopo arriva anche il tris: sugli sviluppi di un corner Albiol impegna il portiere ospite, che smanaccia sulla testa di Mertens, abile a sfruttare al meglio la chance. E' la miglior medicina per un Napoli che adesso alla qualificazione agli ottavi ci crede: per staccare il pass basterà battere il Feyenoord e sperare nel successo del City proprio sullo Shakhtar.

Il tabellino

NAPOLI (4-3-3): Reina; Maggio, Albiol, Chiriches, Hysaj; Zielinski (dal 86' Mario Rui), Diawara, Hamsik (dal 77' Rog); Callejon, Mertens, Insigne (dal 65' Allan). All. Sarri. A disposizione: Sepe, Maksimovic, Jorginho, Ounas.  

SHAKHTAR (4-2-3-1): Pyatov; Butko, Ordets, Rakitskiy, Ismaily; Stepanenko (dal 70' Patrick), Fred; Marlos (dal 79' Dentinho), Taison, Bernard; Ferreyra. All. Fonseca. A disposizione: Shevchenko, Khocholava, Azevedo, Kovalenko, Leschuk.

Arbitro: Skomina (Slovenia).   
Note, Ammoniti: Maggio (N), Chiriches (N), Ismaily (S), Reina (N), Ferreira (S).  

Champions, il Napoli passa il turno se....

Juventus-Barcellona in tv e streaming

Atletico Madrid-Roma in tv. Dove vederla (anche in streaming)

 

CHAMPIONSWAGS_25621589_172441