Napoli, 13 novembre 2017 - In attesa di avere aggiornamenti sul recupero di Ghoulam, che prosegue nel lungo percorso di riabilitazione insieme al compagno di sventura Milik, il quartier generale azzurro continua a cercare disperatamente un nuovo laterale. La novità è che il casting sembra andare a buon fine.

ACCORDO A META' - Il candidato numero uno resta Sime Vrsaljko dell'Atletico Madrid ma nelle ultime ore il nome del terzino croato sta diventando qualcosa in più di una semplice suggestione. Pare che Giuntoli abbia raggiunto un'intesa di massima con il procuratore dell'ex Sassuolo sulla base di un contratto quinquennale a 2,4 milioni netti a stagione, che diventerebbero 3 milioni grazie ai bonus. Tutto pronto quindi per fare a Sarri un regalo di Natale con netto anticipo? Sembra proprio di no perché la concorrenza per accaparrarsi il cartellino di Vrsaljko è così folta da spingere il Napoli a voler chiudere la questione molto prima di gennaio. Ammesso che l'Atletico sia d'accordo a privarsi praticamente a metà campionato di una pedina importante per Simeone. L'unica carta per provare ad abbattere il fortino eretto dal club madrileno è un'offerta da almeno 20 milioni da presentare al più presto: una cifra che appare distante dai 14 milioni che De Laurentiis sembra intenzionato a sborsare.

L'ALTER EGO NATURALE - In attesa di sviluppi sul fronte Vrsaljko, di professione terzino destro, Giuntoli continua a cercare un sostituto puro di Ghoulam sull'altra corsia che quindi eviterebbe lo spostamento di Hysaj. Se fino a qualche giorno fa il casting per il nuovo esterno basso mancino era tempestato di nomi più o meno fattibili, la novità di oggi si chiama Alejandro Grimaldo, diventato di colpo obiettivo concreto del mercato di gennaio del Napoli. La valutazione del 22enne spagnolo supera i 20 milioni, aggirabili - si fa per dire - da una clausola di 40 milioni, ma la speranza del club azzurro fa leva sul pessimo rendimento europeo del Benfica, praticamente sull'orlo dell'eliminazione da ogni competizione continentale. Una situazione che sta mettendo con le spalle al muro la società lusitana, quasi costretta a cedere Grimaldo, corteggiato da tanti top team del panorama internazionale: a cominciare dal Manchester United, compagine in cui milita Darmian, altro profilo finito sotto la lente d'ingrandimento di Giuntoli. Anche per l'ex Toro la concorrenza però non manca e parla tutta italiano: Juventus e Roma spingono infatti per riportare in patria il classe '89.