Milano, 5 dicembre 2017 - Mentalmente il Milan deve archiviare il più in fretta possibile il pareggio di Benevento e per farlo dovrà cercare di chiudere in bellezza un girone di Europa League che non ha ulteriori soddisfazioni da regalare. I rossoneri sono già aritmeticamente primi nel girone ma nell'ultima gara da giocare avranno l'occasione per provare a mettere un po' di buonumore all'interno di un ambiente sempre più nel caos.

Questa partita verrà utilizzata per provare a recuperare alcuni infortunati di lungo corso che sono pronti al rientro. Su tutti Luca Antonelli e Davide Calabria che con ogni probabilità saranno i titolari sugli esterni nella trasferta di Fiume. Contro il RIjeka i due terzini avranno un'importante occasione per farsi vedere sul campo da Gattuso e per guadagnare crediti in vista di un 2018 che profila scenari diversi per i due calciatori. Antonelli potrebbe lasciare il Milan nel mercato invernale e per questo ha bisogno di convincere Gattuso di essere un calciatore su cui fare affidamento per la seconda parte di stagione; Calabria invece sogna di diventare a breve un titolare e di insidiare Fabio Borini per giocare sulla destra nel centrocampo a quattro.

Occasione dunque importante per entrambi che potranno giocarsela senza le pressioni del risultato visto che come precedentemente detto il Milan non ha alcuna esigenza di classifica in questa sfida con il Rijeka.

Gattuso quindi cercherà di ottenere due risultati positivi: uno in campo per trovare la sua prima vittoria da allenatore rossonero e l'altro più in prospettiva nella speranza di poter recuperare fisicamente e mentalmente due alternative necessarie per affrontare una stagione ancora piena di partite che contano.