MILANO, 11 agosto 2017 - L'Inter sta per sfoltire il proprio organico. Sono vicini alla cessione sia Gabigol che Geoffrey Kondogbia, anche se le due situazioni sono profondamente diverse.
Il brasiliano è da qualche giorno corteggiato dallo Sporting Lisbona, dopo un inizio estate fatto di dichiarazioni chiare sull'intenzione di voler restare, il brasiliano ha capito che per trovare spazio all'Inter ha bisogno di una esperienza da titolare in Europa. Da qui l'ipotesi Sporting Lisbona per un prestito annuale con parte dell'ingaggio pagata dall'Inter. La conferma del procuratore di Gabigol Wagner Ribeiro: "Stiamo parlando con lo Sporting Lisbona per un prestito - ha ammesso - La destinazione ci piace e ne discutiamo con il presidente del club portoghese. Anche l'Inter lavora per questa soluzione contribuendo a pagare l'ingaggio di Gabibol. Lo Sporting è la nostra priorità ma ci sono altre squadre interessate". Per Gabigol il Portogallo sarebbe la soluzione migliore per una esperienza europea in un campionato neanche troppo tattico ma comunque europeo. Considerata, inoltre, l'abbondanza in attacco con il montenegrino Jovetic, difficilmente Gabigol avrebbe trovato spazio con Spalletti, che sugli esuberi è stato chiarissimo.

KONDOGBIA VUOLE ANDARSENE - A scuotere l'ambiente Inter l'assenza di Geoffrey Kondogbia dall'allenamento di questa mattina ad Appiano Gentile. Il francese, seconco i rumors, starebbe forzando la mano per essere ceduto. In sostanza, vuole che l'Inter accetti la proposta del Valencia da 20 milioni. L'Inter, però, ne chiede 30 e non si sono registrati passi avanti nelle ultime ore. Situazione dunque di stallo, ma il francese ha ormai deciso di lasciare l'Inter dove non è mai riuscito a sfondare. E' ufficiale invece il passaggio di Medel al Besiktas. Foto di rito sui profili del club turco, al giocatore triennale da 2.3 milioni all'Inter 3 milioni di euro e percentuale sulla rivendita. In entrata, passi avanti concreti su Patrik Schick. Affare da 30 milioni di euro, la Sampdoria prova ancora a strappare la conferma per un anno dell'attaccante ceco mentre l'Inter valuta assieme all'allenatore la strategia migliore da seguire. Ad ogni modo, non ci sono ostacoli per il club nerazzurro che ha ormai in mano il giocatore. La concorrenza è battuta.