Roma, 19 novembre 2017 – C'è delusione in casa Lazio per la sconfitta nel derby contro la Roma, la seconda stagionale per i biancocelesti. Gli uomini di Inzaghi sono apparsi stanchi, logorati dagli impegni delle Nazionali e non proprio lucidi sul campo. Il gol di Immobile non è bastato per riprendere una gara, decisa da due errori di Bastos all'inizio della seconda frazione. Amarezza, ma anche consapevolezza di quanto di buono fatto finora. “Orgoglioso della mia squadra. Grazie a tutti i tifosi per il sostegno. Tutti uniti siamo più forti. Avanti a testa alta”, ha commentato Luis Alberto nel post-gara. Giovedì a Roma la Lazio affronterà il Vitesse in Europa League, una gara che conta poco, vista la qualificazione già ottenuta, ma buona per mettersi subito alle spalle la partita contro i giallorossi. Inzaghi quest'oggi ha richiamato tutti all'ordine a Formello. Ripresa nella mattinata, con la squadra divisa in due gruppi. I titolari del derby svolgono un lavoro di scarico in palestra, gli altri invece, compreso chi è entrato soltanto nel secondo tempo, sono impegnati in una partita amichevole contro la Primavera di Bonatti. Al Fersini finisce 7-1 per i più grandi, grazie ad una tripletta di Nani, anche ieri apparso tra i più positivi in campo. Le altre reti invece, portano la firma di Palombi, Crecco, Patric e Basta.

VITESSE – Contro gli olandesi Inzaghi farà riposare tutti i big. In campo all'Olimpico scenderanno le seconde linee, e chi ha giocato meno. Sono fuori dalla lista Mauricio, Bruno Jordao e Pedro Neto, non ce la faranno invece Anderson e Wallace, così come gli infortunati Caicedo e Di Gennaro. Possibile convocazione per qualche Primavera, che quest'oggi il tecnico piacentino ha potuto studiare sul campo.