ROMA, 16 luglio 2017 – Ancora poche ore e poi Lucas Leiva diventerà ufficialmente un giocatore della Lazio. Il brasiliano infatti, è atteso per le 21.10 all’aeroporto di Fiumicino, dove verrà accolto dai rappresentati della società biancoceleste. Per domani mattina le sue visite mediche in Paideia sono già prenotate, poi bisognerà solamente mettere tutto nero su bianco e apporre la firma sul contratto che lo legherà alla Lazio per i prossimi tre anni. Leiva percepirà un ingaggio di 2,5 milioni di euro, più eventuali bonus. La stessa proposta che era stata fatta a Lucas Biglia, e rifiutata dall’argentino desideroso di andare al Milan.

VARGIC – Intanto dal ritiro di Auronzo è intervenuto ai canali ufficiali della società, Ivan Vargic. Il portiere croato, lo scorso anno ha avuto solo un’occasione per scendere in campo con la maglia biancoceleste, visto l’exploit di Strakosha, ma nonostante questo si trova bene a Roma e alla fine potrebbe restare. “Stiamo lavorando tanto in questo momento, ma ne abbiamo bisogno. Anche noi portieri ci stiamo applicando molto insieme ai nostri preparatori, ma per ora sta andando tutto bene anche se in ritiro ci sono sempre tanti allenamenti. Sono cresciuto molto nell’ultimo anno in biancoceleste. Lavorare con Grigioni è molto dura ma sono contento perché posso imparare tante nuove cose e posso crescere tanto. Ho voglia di imparare tutto quello che posso. Guerrieri e Adamonis? Sono tutti bravi ragazzi, lavorano e ascoltano tanto. Si vede che vogliono crescere. Secondo me sono ottimi portieri. Se sono un uomo spogliatoio? Spero di sì. Durante l’ultima ho giocato poco rispetto a Marchetti e a Strakosha ma a loro non posso che augurare sempre il meglio. Quando ci si allena con grandi portieri come loro si impara sempre, anche solo osservandoli. Prossima stagione? Pensiamo partita dopo partita, possiamo ancora migliorare tanto. Siamo una squadra e dobbiamo crescere insieme. Dobbiamo ancora capire come giocheremo questa stagione, ma accanto ai nostri tifosi non possiamo che fare una bella stagione”. Infine su Marusic, nuovo acquisto biancoceleste, e Immobile. “Marusic è un bravo ragazzo e un buon giocatore. Durante le partitelle ho viste le sue qualità, è forte. Come del resto gli altri giocatori della squadra. I risultati della scorsa stagione ci danno sicuramente molta sicurezza.Pensiamo partita dopo partita, poi vedremo dove arriveremo. Parare i rigori a Ciro? E’ troppo facile per me (ride, ndr). Scherzi a parte, Ciro è davvero molto forte, ogni suo tiro è difficile da parare”.