Torino, 16 luglio 2017 - Sembrerà paradossale, ma dopo la dolorosa cessione di Bonucci (che ancora suscita polemiche fra i tifosi) la priorità della Juventus non è il reparto arretrato, o almeno il ruolo di centrale. I vari Barzagli, Benatia, Chiellini e Rugani vengono infatti ritenuti sufficienti per una difesa che verrà schierata da Allegri a quattro, come per gran parte della passata stagione. L'idea è quella di non sostituire Bonucci, lasciando così Caldara a Bergamo per un altro anno. Quel che occorre invece è l'inserimento di un paio di terzini, uno per fascia, specie alla luce dell'addio di Dani Alves e quello ventilato nelle ultime ore di Lichtsteiner, richiesto dal Wolfsburg.

Il nome più caldo resta quello di De Sciglio, sul quale la Vecchia Signora ragiona da tempo e per il quale basta l'offerta giusta (circa 10 milioni) per convincere il Milan, visto che l'accordo con il giocatore c'è già. L'altro pallino della dirigenza bianconera è Cancelo, terzino destro classe '94 del Valencia. Con gli spagnoli i rapporti sono ottimi, basti pensare all'affare che ha portato Neto alla corte di mister Marcelino. La trattativa può entrare nel vivo più avanti, non appena la Juventus avrà chiuso le operazioni che più le premono al momento. Una di queste riguarda il centrocampo, che sicuramente perderà almeno due fra Lemina, Rincon e Sturaro.

Oltre a Bentancur, che verrà valutato da Allegri durante il ritiro ma che ha buone possibilità di non muoversi da Torino, occorre un altro innesto. Il preferito dei campioni d'Italia è Matic, in uscita dal Chelsea dopo l'arrivo a Londra di Bakayoko. Il serbo non è stato convocato da Conte per la tournée in Cina e il suo agente è al lavoro per trattare con i Blues la cessione. Sul piatto, oltre alla proposta della Vecchia Signora, c'è quella del Manchester United, che tuttavia il Chlesea non vorrebbe rinforzare. Ecco quindi che le chance bianconera aumentano, ma per assicurarsi Matic occorrono 40 milioni. Questa la richiesta del club di Abramovich, specie dopo il "no" di Marotta per Alex Sandro.

Il Chelsea è all'occorrente della disponibilità economica di Madama, che può contare su un vero e proprio tesoretto, frutto degli introiti provenienti dalla Champions e dalla vendita di Bonucci al Milan. Oltre che per Matic, questi soldi verranno utilizzati per portare a termine le operazioni Bernardeschi e Szczesny, per le quali si entra nella settimana decisiva.