Torino, 5 novembre 2017 - "Ecco chi sono i giocatori della Juventus che hanno chiesto la cessione a gennaio, dopo la litigata con i "senatori" avvenuta poco prima della partita con la Sampdoria - In testa c'è Alex Sandro (come confermato anche da Marotta), che sogna il Chelsea - e poi ci sono lo svizzero Lichtsteiner e il colombiano Cuadrado". Questo l'attacco del pezzo pubblicato dal sito di Roberto D'Agostino, Dagospia, che già nei giorni scorsi aveva rivelato l'esistenza di alcuni contrasti all'interno dello spogliatoio bianconero fra il gruppo degli "anziani" e quello degli "stranieri". Un rottura fra le due fazioni arrivata un paio di settimane fa, alla vigilia della trasferta di Marassi.

In realtà, in campo non si è notato nulla di tutto ciò. Dopo la sconfitta con la Samp infatti, la squadra di Massimiliano Allegri è parsa più unita che mai, specie nella vittoria del San Paolo con il Napoli. E' tuttavia giusto analizzare le situazioni dei tre singoli calciatori citati da Dagospia una alla volta. Ad esempio, è innegabile che le prestazioni di Alex Sandro siano state spesso al di sotto delle sue potenzialità in questo inizio di stagione: un semplice calo o qualche malumore legato al mercato? Lo stesso discorso vale più o meno per Lichtsteiner, che dopo l'amarezza per l'esclusione dalla lista Champions si è comunque ritagliato il suo spazio in campionato, anche se la crescita di De Sciglio potrebbe limitare il minutaggio dello svizzero.

Paiono invece davvero privi di fondamento i rumors legati a Cuadrado, uno dei giocatori più importanti all'interno della rosa dei campioni d'Italia. Allegri lo ritiene indispensabile, che lo schieri dall'inizio o a partita in corso, e il colombiano in passato ha fatto di tutto per vestire la maglia della Juventus. Per ora comunque da parte del club piemontese continua a non arrivare nessuna smentita ufficiale alla voce messa in giro da Dagospia. Questo perché, come sempre, i bianconeri affideranno al campo le risposte a ogni dubbio, a cominciare dalla gara di stasera con l'Olympiacos.