Torino, 13 ottobre 2017 - Lo spettacolo della serie A riapre i battenti dopo le due settimane di sosta per gli impegni delle Nazionali. Toccherà all'Allianz Stadium ospitare il primo anticipo dell'ottava giornata di campionato, quello delle ore 18 fra Juventus e Lazio. I bianconeri vogliono riprendere la marcia dopo la parziale battuta d'arresto di Bergamo e magari la testa della classifica, sperando in un contemporaneo passo falso del Napoli, impegnato domani sera allo Stadio Olimpico contro la Roma. Due scontri capitali per le principali candidate al titolo, attese pure dal turno infrasettimanale di Champions League. Anche a questo dovrà pensare Massimiliano Allegri prima di stilare l'undici anti Lazio.

Fra i principali dubbi di formazione c'è la presenza o meno di Mario Mandzukic, che contro la Finlandia aveva rimediato un problema alla caviglia destra. "No, non dite a Mandzukic che sta male, che ha preso una botta, perché dopo si arrabbia, lasciamolo perdere - esordisce in conferenza stampa il tecnico livornese - E' tornato e sta bene, quindi può giocare, ieri si è allenato, sta veramente bene. Credo che tra l'altro non abbia avuto niente in Nazionale, quindi....". Buone possibilità insomma di vedere dall'inizio l'ariete croato, mentre certamente partirà titolare Gigi Buffon. "E' tornato bello pimpante dalla Nazionale, come tutti gli altri", racconta Allegri.

Detto di Mandzukic, come stanno gli altri infortunati (o presunti tali)? "Domani rientrerà a disposizione Khedira, Pjanic invece lo sarà da mercoledì perché non voglio rischiarlo. Marchisio sta lavorando in parte con la squadra e in parte da solo - sottolinea l'allenatore bianconero - Per De Sciglio e Howedes ci vuole ancora un pochino di tempo, così come per Pjaca". Dopo tanto tempo, stando alle parole di Allegri e alle ultime indicazioni, potrebbe rientrare dal 1' Khedira, assente dalla seconda giornata. "Sami può giocare. Devo valutare oggi l'allenamento: chi è più riposato domani sarà a disposizione e avrà probabilità di giocare - continua - Così come gli italiani, perchè ci sono calciatori che hanno fatto molte gare. Però sono tornati tutti bene, a parte Bentancur che non l'ho ancora visto. Dybala ha fatto 15 giorni di vacanza, direi quindi che è in buone condizioni. Gli altri che sono rimasti qui hanno lavorato molto bene, uno di quelli è Higuain che ha migliorato sicuramente la condizione, è motivato e credo che farà un grande mese".

Per chiudere la conferenza stampa di vigilia, un pensiero da parte di Allegri su Simone Inzaghi e sul Var. "Per quanto riguarda Simone si tratta di uno degli allenatori giovani più bravi e lo sta dimostrando alla Lazio - il pensiero dell'ex fra le altre di Cagliari e Milan - Non era facile prendere una squadra in corsa e farle compiere un salto del genere. Ha qualità tattiche, ma soprattutto gestionali, che alla fine è una delle cose più importanti: è destinato ad avere una carriera importante. A proposito del Var, noi a Bergamo non abbiamo pareggiato per colpa del Var, ma perchè ci siamo addormentati dopo il raddoppio e perchè abbiamo sbagliato un rigore a tre minuti dalla fine. Quindi io sono favorevole al Var, poi a volte o mi spiego male io o non capiscono bene cosa dico, ci può stare".