Milano, 7 ottobre 2017 – La missione dell’Inter in tema di mercato è chiara: prendere a gennaio un rinforzo per reparto. Spalletti necessita di un difensore, di una alternativa a centrocampo e anche di un attaccante in grado di interpretare più ruoli. Per quanto riguarda la retroguardia già da diverso tempo circolano nomi di un certo peso attorno al mercato nerazzurro. C’è Eliaquim Mangala, già cercato in estate, che continua a stazionare in panchina al City e a gennaio potrebbe decidere di andare altrove. Affare complicato, in cui più che col giocatore bisogna trovare un accordo con il Manchester City, poco propenso a operazioni a costo zero. Più accessibile invece il belga Vermaelen del Barcellona, dato che lui stesso recentemente ha dichiarato di prendere in concreta considerazione l’ipotesi di cambiare aria per giocare. In questo caso si potrebbe costruire una operazione a basso prezzo. Altri due nomi, più defilati, sono quelli di Jevadj del Bayer Leverkusen e Yanga-Mbiwa del Lione, già visto in Italia con la Roma di Garcia.

SUNING E LA MEDIANA – Per quanto riguarda il centrocampo, l’Inter può chiaramente sfruttare Suning e il club amico Jiangsu per imbastire una operazione favorevole con qualche giocatore interessante ora impegnato nel campionato cinese. Due i nomi. Alex Texeira e Ramires. Soprattutto il secondo interessa particolarmente, per via soprattutto della lunga militanza in Europa. Sei anni al Chelsea per Ramires con cui ha vinto praticamente tutto, Premier, Coppa di Lega, Coppa d’Inghilterra e anche in campo internazionale con una Champions League e una Europa League. Sa come si vince e a 30 anni ha la maturazione giusta per far fare il salto di qualità all’Inter. Nomi più di prospettiva sono quelli di Torreira della Samp e Donsah del Bologna, operazioni più fattibili la prossima estate che a gennaio. Tra l’altro il club felsineo starebbe per proporre il rinnovo al centrocampista ghanese. Infine, la punta. Nelle ultime ore è stato rilanciato il nome di Miguel Almiron, 23 anni e attualmente ad Atlanta in Mls. L’Inter lo seguiva anche due anni fa in epoca Lanus, ma la pista appare al momento tiepida.