Milano, 13 settembre 2017 – Fare paragoni azzardati tra chi ha vinto tutto e chi è alle prime partite sulla panchina dell’Inter può essere rischioso, ma se si spende anche il sindaco di Milano Sala allora forse tutti possono stare un po’ più tranquilli. Il primo cittadino, noto tifoso interista, intervenuto sulle frequenze di Tmw Radio, ha lodato il lavoro del tecnico di Certaldo Luciano Spalletti, paragonandolo alla meticolosità di Jose Mourinho, che per sempre resterà nel cuore dei tifosi nerazzurri. Ecco le parole del sindaco: “Diciamo che Spalletti sta mettendo d’accordo tutti – ha ammesso Sala – Credo sia un ossessivo, un po’ come Mourinho che sarà sempre molto amato dalla tifoseria interista. Direi che il club abbia fatto la scelta giusta”. Il sindaco ha poi affrontato il tema mercato, con Suning che non ha potuto portare a termine i piani inziali in sede di acquisti. Il pensiero di Sala: “Mi pare chiaro che a un certo punto Suning ha incontrato problemi dovuti al blocco imposto dal governo cinese – ha spiegato – Non penso ci siano misteri, si parla pur sempre di una azienda che fattura 50 miliardi di euro e Zhang è tra i primi dieci uomini più ricchi di Cina. Se si sono fermati qui un motivo ci sarà. Ad ogni modo, la campagna acquisti mi è parsa dignitosa, con calciatori costati poco ma che daranno tanto alla squadra”.

TOP PLAYER A GENNAIO? – La società, comunque, continua a sondare il mercato, perché per gennaio Spalletti ha richiesto comunque un paio di acquisti in vista del finale di stagione. Si cercherà un difensore, come scritto da noi ieri, ma più verosimilmente si andrà a caccia anche di un top player o di un giocatore in grado di fare la differenza. Ruolo? Probabilmente mediano/trequartista, una sorta di Nainggolan. Difficile per l’Inter tornare all’assalto del belga, così come può diventare impossibile acquistare Vidal dal Bayern, ma l’idea di Suning è quella di investire pesantemente su un mediano con gamba e capacità di inserimento in fase offensiva. Tutto questo nonostante il fair play finanziario e il blocco degli investimenti. Spalletti in persona avrebbe ricevuto rassicurazioni a riguardo, con Suning che spera comunque in uno sblocco dei capitali nei prossimi mesi, magari con una revisione delle leggi cinesi. Uno sforzo economico diventa necessario, sia che l’Inter in inverno sia ancora ai primi due o tre posti – un innesto servirà mantenere o migliorare la classifica – ma anche in caso di posizione più arretrata, in questo modo il mercato di gennaio servirà per recuperare la Champions League, obiettivo inderogabile per questa stagione.