Roma, 7 dicembre 2017 - Roma teatro d'esordio di Euro 2020. Lo stadio Olimpico della capitale ospiterà la partita d'apertura dei prossimi europei, oltre a uno dei quarti di finale e, insieme con Baku, quelle del Gruppo A. La decisione arriva dal Comitato esecutivo della Uefa. Esulta su Twitter Virginia Raggi, sindaca della Capitale: "Bellissima notizia per la nostra città che è stata scelta dalla Uefa per ospitare la gara di apertura degli Euro 2020: Roma ancora una volta al centro dei grandi eventi internazionali", cinguetta la prima cittadina, a corredo di una foto che la ritrae con il pallone in mano.

L'Europeo 2020 si svolgerà dal 12 giugno al 12 luglio. Si tratta del primo campionato europeo "itinerante" della storia: la fase finale del torneo non avrà luogo in una singola nazione, ma in 13 distinte città europee. Roma ospiterà uno dei quarti di finale e, insieme a Baku, le gare del Gruppo A. Queste le altre sedi. Gruppo B: Amsterdam and Bucarest. Gruppo C: San Pietroburgo e Copenhagen. Gruppo D: Londra e Glasgow. Gruppo E: Bilbao e Dublino. Gruppo F: Monaco di Baviera e Budapest. Oltre all'annuncio che riguarda Roma, la Uefa ha inoltre fatto sapere di aver cancellato la programmazione di 4 partite nello stadio di Bruxelles: saranno dirottate allo Wembley di Londra, perché lo stadio belga non è ancora pronto. Londra ospiterà quindi 7 partite, visto che le 4 assegnate oggi si aggiungono a semifinali e finale già assegnate a Wembley.

LOTTI: PASSO AVANTI PER RIPARTIRE - Esprime soddisfazione, sempre via social, anche il ministro Luca Lotti: "Roma - scrive su Twitter - è stata scelta dalla Uefa come sede della gara di apertura degli Europei 2020, una bella notizia per l'Italia, frutto di un grande lavoro di squadra. Un passo in avanti per fare ripartire il nostro calcio".