BOLOGNA, 19 giugno 2017 – Il Bologna era in pressing sul mediano 25enne del Rijeka Filip Bradaric, ma probabilmente dovrà cambiare obiettivo. E’ stato lo stesso mediano croato a chiudere le porte ad una sua cessione in questa sessione estiva di calciomercato: vuole restare al Rjieka.

VOGLIO FARE LA CHAMPIONS – Intervistato dai media di casa, Bradaric ha dunque cercato di delineare il suo futuro: non sarà rossoblù. L’idea del centrocampista è restare in Croazia e giocare la Champions League con il Rjieka, ecco le sue parole: “Il mio desiderio è restare al Rijeka – ha affermato – Mi sento a casa qui, sono concentrato sulla preparazione della squadra e mi diverto. Non ho intenzione di andarmene”. L’aggiunta di Bradaric è chiara: “So che diversi club erano interessati a me ma voglio aiutare la mia squadra a raggiungere risultati migliori rispetto a un anno fa, soprattutto in Champions League”. Con la pista Bradaric a rischio chiusura, il Bologna valuta il profilo di Ascacibar dell’Estudiantes, in una operazione che potrebbe coinvolgere la Juventus. In questo caso sono i costi a inibire la trattativa. Si parla 7-8 milioni di euro per il cartellino. In difesa, invece, fatta per Gonzalez – prestito con obbligo di riscatto a 1.5 milioni – e vicino De Maio, che arriverà dall’Anderlecht. Con l’arrivo di due centrali è da valutare la posizione di Gastaldello, se arrivassero offerte il capitano potrebbe lasciare Bologna e alleggerire di circa un milione il monte ingaggi del club.

ABBONAMENTI A LUGLIO – Per quanto riguarda l’avvio della campagna abbonamenti per la stagione 2017/2018, filtrano le prime indiscrezioni. Il via potrebbe esserci nei primi giorni di luglio, con qualche giorno di ritardo rispetto ad un anno fa. Il motivo potrebbe essere semplicissimo: considerando la stagione deludente e un mercato che ancora deve decollare, il club sceglierebbe di posticipare l’avvio per evitare una flessione consistente per quanto riguarda i rinnovi. La speranza è che nel giro di un paio di settimane possano essere ufficializzati i primi acquisti e, di conseguenza, avere un piccolo traino per la nuova campagna di fidelizzazione al club.