Bologna, 5 ottobre 2017 - Contrariamente a quanto era emerso nelle scorse ore, il nuovo tecnico del Bayern Monaco non risponderà né al nome di Luis Enrique, né a quello di Thomas Tuchel. Alla fine, come rivelato dalla Bild, a spuntarla sarà Jupp Heynckes, già visto per due volte sulla panchina del club bavarese. Nell'ultima occasione (2013) riuscì a guidare i suoi allo storico triplete Bundesliga, Champions League e Coppa di Germania, proiettando quella squadra nella storia come prima formazione tedesca a riuscire nell'impresa. A distanza di quattro anni e dopo aver annunciato il ritiro, l'ex allenatore fra le altre del Bayer Leverkusen è pronto a rimettersi in gioco, per aiutare Lewandowski e compagni a uscire da una situazione di certo non facile.

Heynckes gode naturalmente di grande fiducia sia perda parte della dirigenza che da parte dello spogliatoio, all'interno del quale ci sono calciatori che ha già allenato e che lo conoscono bene. Proprio per questo che la scelta ricadrà su di lui: il mister classe '45 ha l'esperienza, il carisma e la necessaria conoscenza del mondo Bayern che occorre in questo momento di difficoltà. Come nel 2011, quando prese il posto di Van Gaal, anche in questo caso sarà chiamato a subentrare e a imprimere fin da subito un cambio di marcia alla squadra, che attualmente occupa la seconda piazza della Bundesliga, in coabitazione con l'Hoffenheim e a cinque punti di distacco dal primo posto del Borussia Dortmund.

A prescindere dai risultati che i bavaresi conseguiranno da qui a maggio, le strade di Heynckes e del Bayern Monaco si separeranno di nuovo a fine stagione, quando presumibilmente si assisterà a una sorta di rivoluzione. Il tecnico del futuro potrebbe essere Julian Nagelsmann, attualmente sulla panchina dell'Hoffenheim.